Comunali, Cobas: fallisce il tentativo di conciliazione, le parti restano distanti

Esito negativo dopo il tentato raffreddamento, mercoledì, previsto in caso di sciopero nei servizi pubblici essenziali. Nessun avvicinamento tra sigle autonome e amministrazione

Nessun passo avanti. Mentre le altre organizzazioni sindacali hanno sottoscritto il verbale del tentativo di conciliazione, conclusosi positivamente in Prefettura il 13 ottobre scorso, ribadendo la disponibilità a riavviare le trattative per il nuovo contratto decentrato dei lavoratori del Comune, i Cobas si fermano al primo step. Non inizieranno alcuna discussione.

Fallimento del tentativo di raffreddamento 

L'incontro di mercoledì mattina in Prefettura non ha prodotto alcun avvicinamento tra le parti. Il Comune, pur manifestando la massima disponibilità a riaprire il dialogo, ha sottolineato la validità del contratto già siglato, anche alla luce della recente sentenza giudiziale, confermando il proprio impegno a discuterne nel merito senza pregiudiziali. Mentre gli altri sindacati, secondo il percorso definito in Prefettura il 13 ottobre scorso, hanno deciso di proseguire secondo il calendario d'incontri definito, fino all'11 dicembre, per ridiscutere il decentrato, i Cobas sono rimasti sulla loro posizione iniziale, ribadendo il "No" alla ripresa del dialogo a partire dal contratto in essere. Il tentativo di conciliazione svolto si è perciò concluso con esito negativo. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento