Cocaina a Jesolo e Caorle: smantellato un traffico che contava un centinaio di clienti

In carcere un 29enne e un 40enne: i carabinieri li hanno osservati per mesi, ricostruendo la rete di contatti e almeno tremila cessioni

Vendevano sostanze per tutti i gusti: cocaina, marijuana e hashish. Ora due spacciatori, tunisini di 29 e 40 anni che vivono rispettivamente a Jesolo e Eraclea, sono stati portati in carcere con l'accusa di detenzione e spaccio di droga, continuato e in concorso. L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri di Caorle a partire da un episodio risalente al maggio di quest'anno, quando arrestarono gli stessi due pusher alla stazione ferroviaria mentre spacciavano a un giovane del posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga a Jesolo e Caorle

Da quel singolo episodio è stato necessario un lungo lavoro per ricostruire tutta la rete di spaccio, che era ampia e coinvolgeva sia Caorle che Jesolo. I militari, guidati dal maresciallo maggiore Lambiase e coordinati dal pm Federico Baldo del tribunale di Pordenone, sono risaliti a un centinaio di acquirenti in tutto, di cui una sessantina clienti abituali. È stato stimato che fra l'inizio del 2017 e il maggio 2019 i due spacciatori hanno venduto oltre 3.000 dosi, per una quantità di circa 1 chilo e mezzo di cocaina e 2,5 tra hashish e marijuana: un giro d'affari che vale circa 180mila euro. A questo punto il gip Rodolfo Piccin, su istanza del pm, ha emesso i due provvedimenti di custodia cautelare che sono stati eseguiti stamattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento