Lo sciopero mette in ginocchio piazzale Roma, code di due chilometri

Le auto arrivano fino a metà Ponte della Libertà. Per raggiungere Venezia dall'incolonnamento in poi ci si mette circa 20 minuti. Il clou alle 14, la situazione è destinata a migliorare

Era atteso e puntuale è arrivato: l'incolonnamento di auto sul ponte della Libertà. Lo sciopero dei trasporti pubblici non ha fatto sconti. Al cambio di turno degli uffici, dalle 13e30 alle 14e30, una grande massa di veicoli si è riversata tutta insieme nell'unica strada che porta a Venezia. Inevitabile la coda. Inevitabili i disagi.

 

Secondo la centrale operativa della Municipale, presente sul posto dal bivio del Tronchetto alla piccola rotonda del piazzale con una decina di agenti, ci vorrebbero non meno di venti minuti per raggiungere la città lagunare da quando ci si infila nella coda della colonna. Due chilometri a passo d'uomo. Le macchine comunque non sono bloccate, il flusso è continuo. I vigili, infatti, stanno tentando di velocizzare il passaggio delle auto. Quest'ultime arrivano, si fermano a lato della strada, caricano chi li sta aspettando e tornano indietro sul ponte della Libertà. Il tutto con molta difficoltà.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il resto della città non registra criticità. E' quindi sconsigliabile mettersi in viaggio verso Venezia, almeno fino alle 16.30, quando scoccherà l'inizio della fascia protetta. Da quel momento in poi, infatti, gli autobus ricominceranno a circolare fino alle 19.30. Prima non ne partirà quasi nessuno.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento