Comitatone in arrivo, i No Nav a Renzi: "Chiudiamo il balletto"

Mercoledì riunione che potrebbe rivelarsi decisiva sulle alternative ai passaggi davanti a San Marco: "Siamo per la bocca di porto del Lido"

Si alza la temperatura alla vigilia della riunione del "Comitatone" che mercoledì a palazzo Chigi analizzerà le varie proposte alternative sul tavolo per trovare una soluzione ai passaggi delle Grandi Navi davanti a San Marco. Il comitato "No Grandi Navi" ha inviato una lettera aperta al presidente del Consiglio Matteo Renzi invitandolo ad attivarsi "fin da subito per poter esprimere la soluzione definitiva delle navi da crociera a Venezia, ponendo fine a un balletto di manovre confuse, diversive, dilatorie e prive di trasparenza gestite da varie autorità ministeriali e locali".

Oggi, sostiene il comitato, si delinea "una concreta possibile soluzione finale" che, sostiene l'organismo cittadino, individua nella bocca di porto del Lido "il sito del terminal crocieristico che, escludendo ogni scavo di nuovi canali in laguna, riesce a conciliare il delicato equilibrio lagunare con la salvaguardia dell'occupazione e con il mantenimento della attuale stazione Marittima, ottemperando al decreto Clini-Passera rimasto disatteso dall'ormai lontano marzo 2012".

"Verrebbero così a cadere - conclude la lettera al premier Renzi - tante argomentazioni (alcune prive di fondamento) che supportano i sostenitori delle varie ipotesi progettuali che tracciano i percorsi delle grandi navi crociera all'interno della laguna quali il nuovo canale Contorta-Sant'Angelo, il nuovo canale dietro alla Giudecca, l'allargamento del canale Vittorio Emanuele, nuovi approdi a Marghera".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di parere diametralmente opposto invece il presidente del Veneto Luca Zaia, secondo cui punto fermo deve essere l'arrivo in Marittima delle Grandi Navi individuando una viabilità alternativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento