"Squallido chi si tuffa da Rialto, ma squallido anche chi poi pubblica il video sui social"

Il sindaco Brugnaro dopo le "gesta" di alcuni giovani in Canal Grande: "Chiederemo i danni a quell'eroe, vedremo se sarà possibile chiederli anche a chi diffonde questo materiale"

"Scrivete che sono dei deficienti, ma a loro interessa solo vedersi. Come chi si fa i selfie sui grattacieli". Il video dei tuffatori di Rialto sembra avere disturbato non poco il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. L'episodio è noto: poco prima delle 2 della notte tra sabato e domenica un giovane si è tuffato dal ponte noncurante dei pericoli (con identica dinamica un marittimo neozelandese è morto a novembre 2016 dopo essersi schiantato su un taxi acqueo) e tra gli incoraggiamenti degli amici che lo attendevano sulle rive. Poi un altro compare si è tuffato dalle rampe laterali.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Chi pubblica queste cose non aiuta la città"

"E' una cosa che mi ha colpito molto - attacca il titolare di Ca' Farsetti - noi pensiamo che più diamo spazio a questi personaggi più avremo la gara a venire a combinare questo tipo di atti eroici a Venezia". Gli strali partono anche nei confronti di chi rende virali certi episodi postandoli sui social: "Non credo che facciamo un piacere a nessuno a pubblicare le foto e i video di questi eroi - continua il titolare di Ca' Farsetti - è una cosa veramente squallida l'approfittarsi di Venezia, una città così delicata, ma è ancora più squallido chi pubblica sui siti internet. Tutti quanti bravi, il problema è che poi si farà la gara a chi ne farà di più". 

"Risarcimento da chi si tuffa e da chi posta"

Scontato che se la polizia locale riuscirà a identificare gli stranieri protagonisti del fuoriprogramma per loro partirà un maxi risarcimento danni: "Per quanto riguarda il Comune - aggiunge Brugnaro - vedremo se ci saranno gli estremi per poter fare causa anche a chi diffonde questo materiale, offendendo l'immagine della città e costruendo un seguito di cialtroni, che purtroppo ce ne sono tanti nel mondo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Paola
    Paola

    Se sprecasse anche solo metà del tempo che investe a scagliarsi contro chi registra e pubblica video e foto per cercare di evitare che certe "gesta" si manifestino, il problema non si porrebbe alla base. ps registrare e pubblicare foto è un nostro diritto sancito dalla libertà di stampa che ogni Stato di diritto, assieme agli organi d'informazione (giornali, radio, televisioni, provider internet) dovrebbe garantire ai cittadini ed alle loro associazioni, per assicurare l'esistenza della libertà di parola e della stampa libera, con una serie di diritti estesi principalmente. In Italia la libertà di stampa è sancita dall'Art. 21 della Costituzione.

  • Libertà "trasversale" sceriffo????????????

  • perché è vietato? pericoloso? stiamo parlando di un canale navigabile. in un centro storico, non programmato. fatto da dei cretini. stranieri, che se si facevano male bisognava pure pagar loro le spese mediche. Ti basta? Canal Grande non è il Tevere.

  • Mettere in atto una censura del genere proibendo di postare video o immagini , secondo me serve solo a che non vengano pubblicizzati certi atteggiamenti . Caro Sindaco , potenzia le forze dell'ordine, metti qualche telecamera di più , e fa in modo che le contravvenzioni agli stranieri vengano pagate , magari , come è in tanti paesi europei , munendo di pos la Municipale , e in terraferma tornare alle ganasce per i divieti di sosta .

  • perché a Roma mr.OK poteva tuffarsi nel Tevere davanti alle telecamere ed era applaudito? mentre al Venezia si fa tutto questo casino?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo sfogo della mamma di Cristiano: "Sono stata l'ultima a sapere della sua morte"

  • Cronaca

    Provenienza sconosciuta: sequestrati 50 chili di pesce in un ristorante

  • Mestre

    Uffici comunali spostati in centro, sindacati: "Bene gli spazi, ma le carenze restano"

  • Attualità

    Progetto per Marghera, due alberghi di fronte alla stazione

I più letti della settimana

  • Favaro stretta nel dolore per la scomparsa di Gianluca: cassiere all'Alì, aveva 37 anni

  • Tragedia a Venezia, ragazzino muore schiacciato da un muletto

  • Paga bollette del gas non sue per 2 anni: «Il contratto era palesemente falso»

  • Pediatra di San Donà muore in un incidente in Austria, grave la moglie

  • Folla nella chiesa di Favaro per i funerali di Gianluca, morto a 37 anni

  • Tragedia in montagna: fungaiolo veneziano trovato riverso a terra senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento