Conclusi i lavori alla chiesa del cimitero di Marghera

La chiesa e il campanile sono stati oggetto di un ampio restauro costato 200mila euro

Sono tornati a essere completamente fruibili dal pubblico la chiesa e il campanile del cimitero di Marghera, da tempo inagibili. In questi giorni, infatti, si sono conclusi gli interventi di ristrutturazione di entrambe le strutture: con il restauro, costato quasi duecentomila euro, sono state impermeabilizzate le coperture e i pilastri e le pareti sono state oggetto di ripristini strutturali. I serramenti sono stati sostituiti e, sulle facciate ovest ed est della chiesa, ridipinta, le vecchie lastre fuori norma hanno lasciato spazio a nuove vetrate antisfondamento. Grazie a questi interventi la chiesa, che può ora contare su impianti di illuminazione e audio potenziati, già nei giorni scorsi è tornata a essere pienamente accessibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha detto il sindaco Luigi Brugnaro: «Nel rispetto dei nostri defunti restituiamo alla città un luogo importante, consapevoli che una buona amministrazione deve puntare soprattutto su controllo e manutenzioni quotidiane». L'assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, ha aggiunto: «La chiesa del cimitero di Marghera attendeva questo intervento dopo un lungo periodo di trascuratezza che ne ha reso impossibile l'utilizzo. L'intervento che si aggiunge a quanto già concretizzato nel 2017, quando vennero sistemati i loculi dell'area del 'monoblocco', risolvendo evidenti problemi di degrado». L'assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, ha rilevato che «il 2 novembre si sono riscontrati alcuni problemi di parcheggio, per questo motivo è stato dato incarico agli uffici comunali di predisporre un piano straordinario per gestire diversamente la viabilità nelle prossime occasioni, minimizzando così i disagi per i residenti e il rischio di contravvenzioni per sosta vietata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

  • Auto fuori strada, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento