Evase, sequestrò e violentò una donna: condannato a 10 anni

Il 28enne tunisino era riuscito a fuggire dalla prigione di Pordenone in ottobre. Vittima della violenza una giovane commessa, rilasciata nel Veneziano

Dieci anni e nove mesi di reclusione: è la condanna inflitta martedì mattina con rito abbreviato, a S.T., tunisino di 28 anni evaso dal carcere di Pordenone il 15 ottobre scorso e resosi responsabile di una serie di reati.

L'uomo, dopo essere rimasto nascosto per l'intera giornata nei pressi del fiume Noncello, non lontano dalla casa circondariale, aveva sequestrato una commessa del luogo che stava tornando a casa e si accingeva a riprendere la propria auto in un parcheggio. Dopodiché era fuggito con lei a bordo del veicolo. Nel corso della notte l'extracomunitario aveva anche violentato la giovane, liberandola in provincia di Venezia e proseguendo poi la fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era stato infine individuato e arrestato dalla Polstrada di Padove poche ore dopo, mentre era ancora nell'abitacolo della vettura, in un'area di sosta. Alla vittima della violenza sessuale, che si è costituita parte civile, è stata invece riconosciuta una provvisionale di diecimila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento