Battaglia per "Amore": per il figlio il poetico cognome della madre

Una coppia di Portogruaro si batte per dare al suo nascituro il cognome di lei: Amore. Gesto commovente, ma non previsto dalla legge italiana

Per il proprio bambino sono pronti a sfidare la legge italiana, ma qui non si parla di questioni di affidamento, quanto piuttosto di anagrafe: una giovane coppia di Portogruaro, infatti, sta combattendo una personale battaglia per poter dare al proprio nascituro il cognome della madre, bello e poetico, ma, come riporta il Gazzettino, nel nostro Paese questa possibilità non è contemplata.

SE AMOR RISPONDE – Marito e moglie, giovanissimi e uniti dalle scuole superiori, sono ora in attesa del primo figlio. Ma al momento di pensare ai nomi per il bimbo in arrivo si è posto un interrogativo interessante: perché non dare al bambino il cognome della madre? Secondo la legge italiana i figli devono portare avanti il nome del padre, ma in questo caso mentre lui ha sulla carta d'identità un tipico cognome veneto, lei, di origini meridionali, può invece sfoggiare un romantico “Amore” sulla sua. Il desiderio dei due ragazzi, ora, sarebbe di poter “regalare” al nascituro il bellissimo cognome della mamma, quasi una dichiarazione d'affetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CASO INTERNAZIONALE - La speranza dei due coniugi di Portogruaro è legata a doppio filo a quanto stabilito nei giorni scorsi dalla Corte europea dei diritti umani, secondo cui i genitori hanno il diritto di dare ai propri figli anche il solo cognome della madre. Strasburgo è intervenuta proprio per condannare l'Italia, dopo che una coppia aveva avanzato una richiesta in tutto e per tutto identica a quella dei genitori di Portogruaro. Per i giudici lo Stivale deve adottare riforme legislative o di altra natura per rimediare alla violazione riscontrata, garantendo quindi anche questa possibilità in sede anagrafica. La famiglia, intanto, incrocia le dita, sperando che l'apparato burocratico si adegui in tempo per il bambino che sta arrivando. Questa volta, è il caso di dirlo, “Amore” deve trionfare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento