Polo aeronautico a Marghera, il progetto fa breccia: "Ma servono le carte entro luglio"

Ok unanime dal Consiglio comunale giovedì a due mozioni a difesa di Ilnor e Superjet. Ufficializzato il piano con la Sukhoi. Brugnaro: "Ne ho parlato col ministro Calenda"

Un polo di produzione industriale aeronautica a Porto Marghera? Non solo c'è un'intesa di massima con i russi, ma serve anche pigiare il piede sull'acceleratore. Perché, come è stato spiegato durante la seduta straordinaria del Consiglio comunale di giovedì in municipio a Mestre, "le carte per Mosca devono essere pronte entro metà luglio". Se poi son rose fioriranno, ma questo sembra essere allo stato lo sbocco principale della querelle Superjet: a metà dicembre Leonardo-Finmeccanica, controllata dal governo, ha annunciato la dismissione delle sue quote nella joint-venture con la russa Sukhoi con sede a Tessera. Dal 51% le quote italiane sono passate al 10%, lasciando via libera a una nuova società. 

I lavoratori si sono detti preoccupati, chiedendo garanzie per la loro occupazione in attesa del nuovo piano industriale della società: "E' lecito immaginare che i vincoli sociali siano meno pressanti - ha dichiarato Michele Valentini, della Fiom Cgil - si parla di 90 dipendenti che potrebbero essere assorbiti in altre sedi Finmeccanica. Famiglie che saranno costrette a fare le valige". Martedì scorso l'incontro tra il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e il viceministro russo all'Industria, Oleg Bocharov: "La loro proposta è di costruire un parco tecnologico aeronautico a Porto Marghera - ha spiegato il primo cittadino - Eni di darà delle aree che potremmo cedere. Assieme potremo lavorare per istituire una zona franca doganale che potrebbe essere allargata anche ad altri investitori. Potremmo passare di mano i terreni al costo simbolico di un euro. Non voglio illudere nessuno però - ha concluso - Stiamo tutti lavorando per il rilancio dell'azienda, ma la partita è di livello internazionale. Servono le bonifiche, senza se e senza ma. Serve che il piano industriale sia conveniente". 

Per l'incontro di martedì scorso si sono spesi molto il presidente della IX Commissione consiliare, Paolo Pellegrini, e il consigliere Bruno Lazzaro: "Vedo la luce in fondo al tunnel - ha commentato quest'ultimo - la giunta ha dato il suo appoggio. Ma serve l'aiuto di tutti". I russi di Sukhoi hanno già indicato una persona che andrà a visionare i terreni, mentre poco prima del Consiglio di giovedì il sindaco Brugnaro ha avuto una conversazione telefonica con il ministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda: "Gli ho parlato anche della Ilnor - ha spiegato il titolare di Ca' Farsetti - le istituzioni si stanno muovendo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla stella lunghezza d'onda l'assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan, che in Consiglio è intervenuta anche sulla vertenza aziendale dello stabilimento di Gardigiano di Scorzè, illustrata del sindaco del paese veneziano, Giovanni Battista Mestriner, a inizio seduta di Consiglio: "Ci sono opzioni che stiamo seguendo - ha spiegato la Donazzan - e siamo anche a buon punto. Ma ora è il momento di tacere e fare gli interessi della nostra gente". In campo è sceso compatto anche il Consiglio comunale, che ha approvato all'unanimità due mozioni con cui si impegna a fare fronte comune con lavoratori, governo, Regione per scongiurare la chiusura di entrambi i siti produttivi. Intervenendo eventualmente sul Mise e sui rispettivi vertici aziendali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

  • Auto fuori strada, morto un uomo

  • Lite finisce nel sangue: 37enne accoltella l'ex suocero

Torna su
VeneziaToday è in caricamento