Fisco, Agenzia Entrate passa a setaccio le spiagge Litorale veneto

Controlli anti evasione condotti soprattutto nelle località balneari di Jesolo, Caorle, Sottomarina di Chioggia. L'emissione degli scontrini è due su tre: evasione al 30%

 

Cortina a Capodanno, le spiagge ad agosto. Non è un blitz concentrato - com'era stato quello nella Regina delle Dolomiti - ma l'Agenzia delle Entrate nel Veneto ha dato il via in questo week end alla "campagna d'estate" con i controlli anti-evasione condotti soprattutto nelle località balneari della costa veneziana. Jesolo, Caorle, Sottomarina di Chioggia - come riferisce oggi 'Il Corriere del Veneto' - ma non solo queste, sottolineano fonti dell'Agenzia, sono state passate al setaccio da decine di funzionari dell'Erario.
 
Sotto la lente d'ingrandimento le solite cose: l'emissione di scontrini in bar e ristoranti, l'emissione delle fatture da spiaggia, per l'affitto di ombrelloni e lettini, più le verifiche fiscali sulle mille altre attività legate al turismo balneare. Dati precisi non sono ancora disponibili. Ma i risultati sulla scoperta dell'evasione ci sono stati, anticipano dall'Agenzia delle Entrate, e fotograferebbero i tassi purtroppo fisiologici di evasione che in questo settore sono intorno al 30%, con punte anche maggiori.
(ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento