Immigrazione clandestina: Marghera passata al setaccio, tunisino espulso

Gli agenti del commissariato insieme ai colleghi del reparto prevenzione crimine in un pomeriggio hanno identificato 15 extracomunitari. Due stranieri dovranno lasciare il Paese

Non solo era irregolare in Italia e aveva una lunga lista di precedenti, ma avrebbe già dovuto lasciare il Paese perché colpito da un provvedimento di espulsione. Una misura che era stata emessa lo scorso maggio dal magistrato di sorveglianza di Cagliari. Dopo due mesi in cui è riuscito a passare inosservato, mercoledì pomeriggio A.F.B.M., 45enne di nazionalità tunisina, è inciampato in un controllo della polizia.

Controlli a tappeto

Gli agenti del commissariato di Marghera lo hanno intercettato insieme alle squadre del reparto prevenzione crimine nell’ambito di una serie di verifiche in terraferma veneziana mirate a contrastare l’immigrazione clandestina. Accertamenti che hanno permesso di identificare quindici extracomunitari in poche ore. Passando al setaccio ogni angolo di Marghera la polizia ha individuato il 45enne, noto spacciatore. Il tunisino giovedì mattina è stato accompagnato al centro per il rimpatrio di Potenza. E, come lui, dovranno andarsene dall’Italia anche K.A., marocchino di 37 anni e L.H., tunisino di 41, entrambi irregolari e senza una dimora fissa. Il questore di Venezia Vito Danilo Gagliardi ha emesso nei loro confronti un ordine di lasciare il Paese entro una settimana. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento