Fermato con un coltello in calle, dà di matto al centro di igiene mentale

L'uomo ha spiegato di aver avuto delle divergenze con i sanitari. Nell'ultima settimana il nucleo natanti ha denunciato 4 persone a vario titolo per spaccio, furto e pesca illegale

Si trovava all'interno del centro di igiene mentale a Venezia, presso palazzo Boldù, quando in preda ad uno scatto d'ira ha cominciato a danneggiare i locali della struttura. Quando i militari del nucleo natanti sono intervenuti, allertati dal personale medico, ha spiegato di aver dato in escandescenze per colpa di incomprensioni con i sanitari. L'uomo, tuttavia, non era nuovo ai carabinieri: solo pochi giorni prima, infatti, era stato trovato in una calle in possesso di un grosso coltello del quale non era riuscito a giustificare il possesso. Per lui è scattata la denuncia all'autorità giudiziaria.

Furti

Nel corso degli ultimi sette giorni l'attività dei carabinieri nel centro storico lagunare è stata piuttosto movimentata. Sono state in tutto 4 le denunce a piede libero e 2 le sanzioni, con relativi sequestri. In due diversi interventi, sono state individuate e denunciate due persone, una di nazionalità italiana e l’altra straniera, responsabili rispettivamente di un furto di diversi alimenti in un negozio di Cannaregio e del furto del portafoglio di un turista con circa 800 euro all'intenrno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spaccio e pesca illegale

Mercoledì è stato denunciato a piede libero un cittadino tunisino, irregolare sul territorio nazionale, fermato mentre spacciava della cocaina in campo Santa Marghertia. Sull’uomo, tra l’altro, era pendente un ordine di espulsione. Nel corso dello stesso servizio, un altro ragazzo è stato invece segnalato alla prefettura per uso di sostanze stupefacenti. Infine, nell’area industriale di Marghera, è stato sorpreso un uomo di Chioggia impegnato a pescare con attrezzatura illegale. In suo possesso è stato trovato anche un ingente quantitativo di vongole, ancora vive, poi reintrodotte in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento