Controlli nelle stazioni dei treni, arresti e denunce

Operazione stazioni sicure: quasi 500 persone controllate, diversi i provvedimenti

Due arresti, una denuncia, dieci multe e un daspo urbano. E' il bilancio dei controlli dell'ultimo fine settimana da parte della polizia ferroviaria di Venezia, che è stata anche impegnata nella gestione del bomba day, per il disinnesco di un ordigno bellico da 500 libbre che era stato trovato a Marghera. Oltre ad aver fermato uno straniero che aveva molestato una giovane, gli agenti hanno arrestato, a Padova, un 50enne che doveva scontare una pena di 10 mesi in carcere per furto. 

Un altro uomo, invece, è stato denunciato perchè, completamente ubriaco, ha cominciato ad infastidire i passeggeri nella stazione e ha aggredito i poliziotti. Sabato, nell'ambito dell'operazione stazioni sicure in Veneto, sono state controllate 474 persone in 17 scali ferroviari, oltre a 40 bagagli depositati e 34 al seguito dei viaggiatori. Dieci le multe per inosservanza alle norme di sicurezza previste dal regolamento di polizia ferroviaria e un daspo a un cittadino straniero. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento