“La mia scuola in classe A”, missione esplorativa per gli alunni della Filzi di Mestre

Area attorno all'istituto scolastico alla Gazzera passata a setaccio in mattinata, dagli scolari dell'istituto primario "Filzi" che partecipano al progetto del Comune di Venezia

Individuare criticità nel territorio che circonda la propria scuola, perlustrando palmo a palmo strade, marciapiedi, strisce pedonali, semafori e segnaletica. E’ l’alto incarico di cui sono stati insigniti gli scolaretti dalle istituzioni locali. Prima degli studenti della Filzi, coinvolti nel progetto anche i compagni della “Povoledo”, della “Querini” e della “Calamandrei”.

Si sono dati da fare subito i ragazzi, non curandosi delle temperature glaciali di questi giorni. Appena rientrati dalle vacanze natalizie, accompagnati dai loro insegnanti hanno compiuto un’ispezione urbana vicino all’edificio scolastico.

Così sono emerse la scarsa sicurezza di alcune strade e la poca visibilità di alcuni passaggi pedonali. Compiuto il primo step del progetto i ragazzi discuteranno sulle problematiche riscontrate, inoltre verranno realizzate delle mappe dove saranno segnate le loro abitazioni, per individuare i percorsi casa-scuola più sicuri, spiega l'assessore comunale alla Mobilità, Renato Boraso. ‘Abbiamo già a disposizione 10.000 euro per finanziare interventi di modifica degli spazi attorno alle scuole e del transito stradale, sulla base anche di quanto ci verrà segnalato'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ulteriori informazioni sul progetto: www.scuolainclassea.eu

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento