Il corazziere Giulio Biasin compie 100 anni

A giugno è diventato commendatore della Repubblica. Ieri la festa di compleanno alla presenza di una rappresentanza dei carabinieri

Cent'anni. Un traguardo storico per Giulio Biasin, l'ultimo corazziere vivente che ha prestato servizio per il re Vittorio Emanuele III, festeggiato ieri pomeriggio dai carabinieri del comando provinciale di Venezia. Presenti il nuovo comandante Mosè De Luchi e il maggiore Savino Capodivento. Nell'occasione sono giunti anche gli auguri da parte del comandante generale dell’Arma, Giovanni Nistri, e del comandante interregionale "Vittorio Veneto", Enzo Bernardini. Lo scorso giugno, il neo-centenario aveva ricevuto dalle mani del prefetto Vittorio Zappalorto l’onorificenza di commendatore della Repubblica, conferitagli dal presidente della Repubblica.

Il corazziere Biasin compie 100 anni

Biasin nacque nel 1919 e prestò servizio al Quirinale con il re dal 1939 al 1943. Fece parte della squadra di canottaggio dei corazzieri vincendo nel 1942 un premio alla regata di Berlino. Conserva ancora con cura una foto scattata insieme al principe Vittorio Emanuele e quando qualche anno fa, in televisione, ha visto i corazzieri sull'Altare della Patria in occasione di una celebrazione ha chiamato il comandante solo per dirgli «Io c'ero, ci sono stato. Siate orgogliosi di questo servizio che è unico al mondo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento