Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Cortei Anpi e Forza Nuova, cori e contestazioni: allerta delle forze dell'ordine

Slogan e striscioni poco distante piazza Ferretto mercoledì sera. Manifestanti tenuti a distanza da polizia e carabinieri

 

Contestazioni nella serata di mercoledì in centro a Mestre. Il corteo di Forza Nuova, composto da alcune decine di persone, ha sfilato tra parco Ponci e piazzetta Coin in contemporanea con il presidio dell'Anpi in piazza Ferretto. Nessun contatto tra i manifestanti, massima l'allerta di polizia e carabinieri. Nonostante slogan, striscioni e cori i gruppi sono rimasti separati. Nessun contatto tra centri sociali, che avevano annunciato sui social il loro arrivo in centro a Mestre, e i militanti di Forza Nuova. Nel video gli slogan e i cori di Forza Nuova e gli striscioni del centro sociale Rivolta a Marghera (foto da profilo Loco su Twitter).

Traffico di droga

Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ha tracciato un disegno della situazione del Veneziano a pochi giorni dall'aggressione denunciata dai militanti del partito proprio a Mestre. «Da anni siamo in lotta su Venezia, una delle aree più “sensibili” e critiche d’Italia», ha detto, facendo riferimento in particolare ai traffici di eroina legati alle bande nigeriane in zona stazione. «Questo fenomeno si sta espandendo a vista d'occhio. Ha portato in generale alla morte di decine di giovani, soprattutto donne, con la diffusione di droga a bassissimo costo».

Anpi

Nella stessa serata l'associazione dei partigiani ha voluto testimoniare la sua presenza sul territorio poco distante dalla manifestazione forzanovista. Fiore torna anche sulla questione delle foibe negate da certe parti dell'associazione e punzecchia il ministro dell’Interno: «Le esternazioni di Salvini riguardo il taglio dei fondi all'Anpi sono identiche alle mie di due anni fa e le dichiarazioni di questi giorni sul negazionismo delle foibe da parte di queste associazioni ha dato il "la" alle sue parole. Ma oggi lui è in una posizione in cui se dice qualcosa la può e la deve fare».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento