Artigianato ancora in difficoltà, 10 milioni di euro per le imprese della Riviera del Brenta

In quattro anni le aziende si sono ridotte di 195 unità. A supportare le piccole imprese è Crédit Agricole FriulAdria. L'iniziativa è stata presentata venerdì mattina a Dolo

Sono 3.226 le imprese artigiane attive alla fine del 2017 nel comprensorio della Riviera del Brenta Dolo. Poco più del 17% di quelle presenti in tutta la provincia di Venezia (18.959). Nel 2013 erano 3.421, con un saldo negativo, tra chiusure e nuove aperture nel corso di 4 anni, di 195 unità. Per un calo percentule del 5,70%. Un dato particolarmente significativo, trattandosi di una categoria costituita principalmente da imprese individuali, che nella maggior parte dei casi dichiarano meno di 5 addetti, e che quindi va ad influire in maniera diretta sul tessuto economico e sociale locale.

Trend ancora in negativo

È vero che il trend negativo degli ultimi anni è in calo e lascia intravedere uno spiraglio di miglioramento, ma è altrettanto palese che l'artigiano stia vivendo un momento difficile, in un mercato difficile e spesso senza regole, con l'imponente burocrazia, la pressione fiscale, gli adempimenti superflui, l'aumento dei costi di produzione e, a volte, il mancato credito. Proprio nell'ottica di assistere e supportare le aziende sul fronte finanziario Crédit Agricole FriulAdria metterà a disposizione un primo plafond di 10 milioni di euro a favore delle imprese associate all'Associazione Artigiani e Piccola Impresa "Città della Riviera del Brenta" e a Cofidi Veneziano, per finanziamenti agevolati finalizzati alla crescita aziendale, sia sul versante liquidità che su quello degli investimenti. L'iniziativa è stata presentata venerdì mattina a Dolo, dal responsabile retail dell'istituto finanziario Davide Goldoni, dal presidente dell'associazione Artigiani e Piccola Impresa "Città della Riviera del Brenta" Luca Vanzan e dal presidente di Cofidi Veneziano Francesco Palmisano.

Il video della presentazione

WhatsApp Image 2018-04-13 at 11.54.03-2

Finanziamenti per sostenere gli investimenti

I finanziamenti consentiranno in particolare di sostenere gli investimenti produttivi, nonché l'avvio ed il consolidamento delle start up. Attenzione sarà riservata anche ai lavori di ristrutturazione e di riqualificazione ed efficientamento energetico, che coinvolgono centinaia di piccole aziende artigiane. Il pacchetto di servizi predisposto dalla banca, valido per le richieste ricevute entro il 30 dicembre 2018, prevede linee di finanziamento agevolate, tassi di interesse e commissioni scontate, con garanzia a prima richiesta che può arrivare fino all'80% dell'importo da finanziare. "La peculiarità principale di questa azione - spiega Goldoni - sta nel fatto che entro 10 giorni lavorativi dalla presentazione dell'istruttoria elaborata da Cofidi e dall'Associazione Artigiani, il richiedente otterrà una risposta certa per affidamenti di importo fino a 250mila euro. In questo modo la valutazione della richiesta e l'erogazione del credito seguiranno un iter più snello e rapido". 

"Sosteniamo la nuova imprenditoria"

"La sinergia messa in campo oggi per assicurare un fattivo sostegno alla nuova imprenditoria - precisa Vanzan - rappresenta il futuro di un territorio ad alta vocazione artigianale e con l'importante distretto della calzatura. Per le imprese, ottenere risposte in tempi certi è fondamentale, ovviamente nel rispetto dei parametri del merito creditizio dell'attività e della valenza del progetto aziendale. Cogliamo con estremo interesse quanto messo a disposizione del territorio da parte di Crédit Agricole Friuladria e Cofidi Veneziano, è un segnale di attenzione nei confronti di Confartigianato particolarmente gradito. Siamo certi che questo rappresenta l'avvio di una collaborazione organica con le imprese del territorio della Riviera". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento