Nel Veneziano uno scontrino su tre non c'è: "piovono" evasori totali

Nei primi cinque mesi del 2013 la guardia di finanza ha ravvisato irregolarità nel 30,32% dei casi. Nel Triveneto quasi 600 falsi nullatenenti

Un terzo dei controlli eseguiti dal Comando provinciale della guardia di finanza di Venezia in fatto di scontrini fiscali e ricevute ha portato a una sanzione o alla scoperta di qualche irregolarità. Questo il dato che maggiormente salta all'occhio tra i dati dei primi cinque mesi di attività del 2013 forniti dalle fiamme gialle in occasione dei festeggiamenti per il 239esimo anniversario della fondazione della guardia di finanza. Il 30,32% degli accertamenti (su 1.649 totali) ha quindi colto in fallo esercenti e commercianti. In fatto di evasione, poi, i finanzieri del Triveneto hanno recuperato 994 milioni  di euro, scovando ben 559 evasori totali e paratotali. Una parte sono anche in terra lagunare.

L'attività dei baschi verdi, però, spazia dalla droga alle truffe fino alle estorsioni. In fatto di frodi la "formula" classica è quella del "Carosello", in modo da dichiarare meno introiti e risparmiare sull'Iva. In cinque mesi le fiamme gialle hanno contestato quasi cinque milioni di euro ai "furbetti" del bilancio. In fatto di lavoro sommerso, invece, sono stati 57 i dipendenti in nero scoperti, mentre quelli irregolari sono stati 114. Cinquanta i datori di lavoro sanzionati.

Da gennaio a maggio, poi, sono stati sequestrati beni per reati fiscali per 4 milioni e mezzo di euro circa.  Ma c'è anche chi magari le tasse le paga regolarmente, poi però percepisce finanziamenti indebiti (191.731 euro scoperti), magari frodando gli enti previdenziali e assistenziali (37.116 euro). Finanziamenti pubblici non in regola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In fatto di criminalità, invece, una persone è stata arrestata con l'accusa di usura, mentre a finire in manette per questioni di droga sono stati in 32. Tra hashish e marijuana in cinque mesi sono stati recuperati 468.058 grammi di stupefacente, cui bisogna sommare la cocaina requisita (4.018 grammi) e l'eroina (8.870 grammi), che a quanto pare va per la maggiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento