Estate e abusivismo: sequestrati 4 milioni di oggetti contraffatti tra Venezia e litorale

A presentare i dati della stagione estiva il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia. Oltre 9mila gli specifici servizi antiabusivismo operati dalle forze dell'ordine

Una stagione estiva all'insegna del contrasto dell'abusivismo e della contraffazione. È stato compito del prefetto di Venezia Domenico Cuttaia presentare gli ottimi rusltati raggiunti nel periodo giugno-agosto 2016 dalle forze dell'ordine e dalle polizie locali di Venezia, Caorle, Cavallino-Treporti, Chioggia, Eraclea, Jesolo e San Michele. Tutte le località turistiche del litorale interessate, durante la stagione più calda, dal commercio illecito.

Nella fattispecie, nell'arco dei tre mesi estivi, sono state denunciate 213 persone, elevate 2427 sanzioni amministrative, effettuati 1274 sequestri di cui 2 penali, per un totale di merce sequestrata pari a 4.065.475 pezzi. Il tutto all'interno di 9169 servizi antiabusivismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le modalità operative di controllo del territorio hanno previsto, per il centro storico veneziano, la ripartizione per zone dei compiti assegnati alle forze dell'ordine, con un ulteriore rafforzamento del dispositivo di vigilanza nelle aree maggiormente esposte e di pregio artistico e culturale. Per quanto riguarda le località turistiche balneari, sono stati invece istituiti servizi interforze, in relazione alle peculiari situazioni di criticità di ciascun territorio. In tale contesto, il prefetto aveva rinnovato l'invito ai sindaci dei comuni interessati a favorire il più ampio coinvolgimento delle polizie locali, richiamando la loro attenzione sulla necessità di disporre specifici divieti di vendita e di servizi non autorizzati lungo l'arenile e nelle aree immediatamente adiacenti, nonché di monitorare, laddove sussistessero situazioni di degrado o di diffusa illegalità, le postazioni, fisse o mobili, nelle attività mercatali, per verificare la regolarità delle autorizzazioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rettile marino in spiaggia a Jesolo: il Tropicarium Park lo recupera

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento