Malcontenta: si rade al suolo la materna, ai bimbi una nuova scuola

Domani alle 11.30 le operazioni di demolizione dell'istituto "La Sorgente", inagibile da mesi. Al suo posto verrà costruito un edificio ecosostenibile a Ca' Brentelle, con 70 posti disponibili

Domani, alle 11.30, la vecchia scuola dell'infanzia "La Sorgente" in via dell'Erba a Malcontenta sarà rasa al suolo. Da molti mesi, ormai, era stata dichiarata inagibile, tanto che a Natale 2010 furono una cinquantina le cartoline inviate dai piccoli "studenti" al Comune per chiedere di trovare una soluzione al proprio "girovagare" per istituti. Loro, i giovanissimi alunni della scuola, volevano un "posto fisso" per frequentare le loro lezioni. Ora l'avranno. La scuola, infatti, verrà ricostruita a Ca' Brentelle.

L'importo per la costruzione del nuovo edificio ammonta a 800mila euro: sarà un fabbricato ecosostenibile, ad alta efficienza energetica e biocompatibile, che adotterà il sistema della prefabbricazione a secco con elementi in legno per velocizzare i tempi di realizzazione e garantire il comfort degli ambienti. Priva di barriere architettoniche, la nuova scuola potrà ospitare 70 bambini, accuditi da 6 educatrici e 4 ausiliarie; avrà una superficie di 526 metri quadrati, con un’area scoperta di 1.223 metri quadrati.

Alle operazioni di demolizione di domani saranno presenti gli assessori comunali ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, e alle Politiche educative, Andrea Ferrazzi, il presidente della Municipalità di Marghera, Flavio Dal Corso, il vicepresidente e delegato alla Scuola, Bruno Polesel, e il delegato ai Lavori pubblici, Valdino Marangon.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento