Derubano un’anziana con la tecnica dell’abbraccio: presi poco dopo

Arrestata una coppia di ladri che venerdì ha preso di mira una ultraottantenne a Salzano. I due sono stati seguiti fino al parcheggio di un supermercato

I carabinieri hanno fermato i ladri a poche ore dal colpo

La tecnica è ormai consolidata: scegliere una persona anziana, correre ad abbracciarla fingendo di conoscerla e approfittare della sua distrazione per derubarla. È la tecnica dell’abbraccio, che ieri ha permesso a una coppia di pregiudicati di portarsi via la borsa di una donna ultraottantenne con problemi di deambulazione. I due, però, sono stati fermati poche ore dopo dai carabinieri, che li hanno arrestati. Si tratta di Paolo Di Colombi, 55 anni e di Nada Pasquale, di 47. 

Il furto è stato messo a segno a Salzano. La donna ha finto di riconoscere l’anziana per strada facendole domande semplici e ricordandole, falsamente, di essere arrivata ad abitare nei pressi della casa della vittima da poco. Alcune domande sullo stato di salute, quel che basta per entrare in contatto, un fugace abbraccio, durante il quale la borsa dell’anziana viene portata via mentre il complice, a bordo di autovettura, che segue a distanza la scena, è pronto a far salire la ladra, fuggendo a tutta velocità. 

Le pattuglie dei carabinieri dispiegate sul territorio, ricevuta la nota di ricerca, anche se con pochi elementi sono riusciti a intercettare il veicolo. I militari della stazione di Spinea hanno seguito l’auto fino al parcheggio del supermercato Lidl di Chirignago. Approfittando del supporto delle pattuglie del nucleo operativo e radiomobile della compagnia  di Mestre e delle stazioni di Marghera e Favaro Veneto, hanno fermato i due. In macchina è stata trovata la refurtiva. Al termine degli accertamenti entrambi i ladri sono stati arrestati  per  concorso in furto aggravato.  L’uomo, tra l’altro, è risultato essere già gravato dall’obbligo  di presentazione alla polizia giudiziaria  e dall’obbligo  di dimora nel Comune di Venezia. Entrambi si trovano in carcere. I carabinieri stanno verificando un loro eventuale coinvolgimento in altri episodi simili registrati nel Veneziano nelle ultime settimane.I

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento