Detenuto tenta fuga durante l’ora d’aria: bloccato in extremis dalla polizia penitenziaria

L'uomo, di origine magrebina, è stato bloccato dagli agenti. Il segretario generale Uilpa Polizia Penitenziaria di Venezia Umberto Carrano lancia l'allarme: "Episodi destinati a moltiplicarsi"

Nella mattinata di domenica alla casa circondariale di Venezia SMM un detenuto di origini tunisine ha tentato di evadere nel bel mezzo dell'ora d’aria.

Bloccato

Il detenuto di origine magrebina era intento a passeggiare nel cortile dei passeggi quando ha scavalcato il muro di cinta tentando la fuga. La polizia penitenziaria ha dato immediatamente l’allarme e l'uomo è stato bloccato nei pressi dell’intercinta dell’Istituto, ad un passo dalla libertà. Ne da comunicazione il segretario generale Uilpa Polizia Penitenziaria di Venezia Umberto Carrano, che aggiunge: "Intendo far pervenire le mie felicitazioni ai colleghi che hanno impedito al detenuto di portare a termine il tentativo di evasione, ancor più nell’aver seriamente messo a rischio la propria incolumità fisica nell’aver bloccato l’evaso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello

"L’episodio odierno è la conferma dei rischi e dei pericoli che corre ogni giorno il personale dei baschi azzurri che attende al servizio. Purtroppo l’esiguità degli organici determina , troppo spesso, un aggravio per quelli che coprono il servizio dovendo ricoprire più posti di servizio contemporaneamente soprattutto in questi ultimi giorni con doppi turni di lavoro che raggiungono fino le 12 ore giornaliere. Questi episodi di cronaca - continua Carrano - sono destinati a moltiplicarsi, perché i detenuti hanno ben compreso le gravi deficienze operative che oberano il personale, impedendo le giuste contromisure in materia di sicurezza e prevenzione. Speriamo che il Ministro abbia coscienza di quale turbativa per l’ordine pubblico rappresentino le falle del sistema penitenziario italiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento