Detenuto tenta fuga durante l’ora d’aria: bloccato in extremis dalla polizia penitenziaria

L'uomo, di origine magrebina, è stato bloccato dagli agenti. Il segretario generale Uilpa Polizia Penitenziaria di Venezia Umberto Carrano lancia l'allarme: "Episodi destinati a moltiplicarsi"

Nella mattinata di domenica alla casa circondariale di Venezia SMM un detenuto di origini tunisine ha tentato di evadere nel bel mezzo dell'ora d’aria.

Bloccato

Il detenuto di origine magrebina era intento a passeggiare nel cortile dei passeggi quando ha scavalcato il muro di cinta tentando la fuga. La polizia penitenziaria ha dato immediatamente l’allarme e l'uomo è stato bloccato nei pressi dell’intercinta dell’Istituto, ad un passo dalla libertà. Ne da comunicazione il segretario generale Uilpa Polizia Penitenziaria di Venezia Umberto Carrano, che aggiunge: "Intendo far pervenire le mie felicitazioni ai colleghi che hanno impedito al detenuto di portare a termine il tentativo di evasione, ancor più nell’aver seriamente messo a rischio la propria incolumità fisica nell’aver bloccato l’evaso”.

L'appello

"L’episodio odierno è la conferma dei rischi e dei pericoli che corre ogni giorno il personale dei baschi azzurri che attende al servizio. Purtroppo l’esiguità degli organici determina , troppo spesso, un aggravio per quelli che coprono il servizio dovendo ricoprire più posti di servizio contemporaneamente soprattutto in questi ultimi giorni con doppi turni di lavoro che raggiungono fino le 12 ore giornaliere. Questi episodi di cronaca - continua Carrano - sono destinati a moltiplicarsi, perché i detenuti hanno ben compreso le gravi deficienze operative che oberano il personale, impedendo le giuste contromisure in materia di sicurezza e prevenzione. Speriamo che il Ministro abbia coscienza di quale turbativa per l’ordine pubblico rappresentino le falle del sistema penitenziario italiano".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Bisogna che l’Italia paghi dei paesi affinché si possano trasferire i detenuti e che scontino l’intera pena li.... paesi asiatici o sudamericani, dove non sia un villaggio vacanze come qui!

  • certo, i poliziotti penitenziari meritano anche inchieste della magistratura per verificare le responsabilità dei singoli agenti, non è vero che sono sotto organico o altro, tutte scuse del sindacato per coprire cosa ???

  • Ogni qualvolta che accade un episodio del genere, di tentata fuga o avvenuta evasione, il sindacato della polizia penitenziaria ne approfitta per rimarcare le solite cose, carenza di personale e altro, invece, farebbe molto bene la magistratura ad aprire inchieste per verificare la responsabilita' dei singoli agenti.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Dammi i soldi o ti taglio a pezzi»: estorsioni al fratello, botte alla moglie per la droga

  • Cronaca

    Bullismo e droghe nelle scuole, i dati della prefettura

  • Eventi

    Giornate FAI di Primavera 2019, torna nel Veneziano l'appuntamento con arte e natura

  • Cronaca

    Minacce di morte ed estorsioni a moglie e fratello per la droga: 36enne in manette

I più letti della settimana

  • Auto esce di strada e finisce contro un albero: morto il conducente

  • Eroina, quarta overdose in un mese: trovata morta una 36enne

  • Una 34enne morta all'ospedale poche ore dopo aver partorito

  • Incidente in Valsugana: muore motociclista veneziano

  • San Donà, Musile e Noventa: arrivano i varchi per il controllo delle targhe

  • Torna l'ora legale, 60 minuti di luce in più: ecco quando spostare le lancette

Torna su
VeneziaToday è in caricamento