Una vita passata a difendere Venezia: le ceneri di Tudy saranno disperse in laguna

La Sammartini, scrittrice, attivista e curatrice di giardini veneziana, è scomparsa lo scorso 15 settembre. Il 29 ottobre la cerimonia aconfessionale nell'isola di San Michele

Un amore viscerale per la sua città, al punto tale da non volersene separare. Nata a Pieve di Soligo, ma veneziana doc, Tudy Sammartini è stata una scrittirice, attivista, amante dell'arte e curatrice di giardini. Ha girato il mondo e nel 1967 si è occupata di un'indagine dell'Unesco sul degrado post alluvione. Dopo una vita passata a difendere e valorizzare Venezia, si è spenta lo scorso 15 settembre, dopo alcuni anni trascorsi a sconfiggere il male, con la grinta e la tenacia di sempre.

Per sempre con Venezia. A oltre un mese dalla sua scomparsa, sabato prossimo (29 ottobre), all'interno del "giardino del ricordo" del cimitero di Venezia, sull'isola di San Michele, avrà luogo la dispersione delle ceneri di Tudy in laguna, come da lei stesso espressamente richiesto. La cerimonia sarà breve ed aconfessionale: un momento per ricordarla nel migliore dei modi, con alcuni amici che leggeranno dei brani dai suoi libri e musica dal vivo. In caso di maltempo, la funzione si terrà ugualmente nel chiostro della chiesa adiacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati: 43 in Veneto, 6 solo a Venezia

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

Torna su
VeneziaToday è in caricamento