Divorzi e separazioni consensuali senza tribunale: apre anche sportello Adico

Con la riforma del codice civile i cittadini interessati potranno rivolgersi a vari studi legali che poi depositeranno la trascrizione negli uffici del Comune: un servizio di cui presto si occuperà anche l'associazione

Per divorzi e separazioni consensuali il tribunale non serve più. Stando alla riforma del codice civile, infatti, basta rivolgersi a degli studi legali che poi depositeranno in Comune la trascrizione dell’atto. In un Paese, l’Italia, in cui si contano oltre 300 separazioni e circa 175 divorzi ogni mille matrimoni, sono tantissime le persone che da qualche mese si rivolgono anche all’Adico per chiedere informazioni sulle nuove norme sulla negoziazione assistita. L’ufficio legale dell’associazione sta già seguendo diversi casi e nei prossimi giorni verrà aperto un apposito sportello riservato a chi voglia procedere con la separazione e con il divorzio utilizzando le nuove opportunità introdotte dalla recentissima norma.

COME SI PROCEDE E COSA SERVE. L’articolo 6 del dl 132/2014 prevede la convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati per ciascuna parte, per le soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli effetti civili del matrimonio, di scioglimento del matrimonio e di modifica della condizioni di separazione e di divorzio. Chi è interessato ad adottare la nuova procedura deve rivolgersi a un avvocato per la verifica dei presupposti di legge e per tutti gli adempimenti normativi previsti. Questi i requisiti per poter utilizzare la nuova procedura: 1) consenso fra i due (ex) coniugi circa la volontà di procedere alla separazione (o al divorzio) e le condizioni di eventuale mantenimento. 2) assenza di figli minori o maggiori ma economicamente non autosufficienti 3) assenza di disposizioni patrimoniali immobiliari. Una volta che si verificano tutte queste condizioni l’accordo di separazione sarà possibile per i coniugi depositari, tramite un legale di fiducia o meno,  negli uffici comunali del luogo in cui è stato celebrato il matrimonio. Dal momento dell’accordo decorrono subito gli effetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento