Sacchi di amianto sarebbero fermi in un terreno privato a Dolo

I residenti denunciano che in tre zone di Dolo la società addetta allo smaltimento non avrebbe ancora provveduto alla bonifica dall'eternit

Sarebbero ancora decine i sacchi con all'interno dell'amianto pronti per essere smaltiti. Il Gazzettino riporta la vicenda di alcune zone colpite dal tornado che sarebbero ancora in attesa della bonifica dall'eternit.

A Porto Menai e Mira lo smaltimento sarebbe già avvenuto, mentre in tre zone del Comune di Dolo, quella di via Martiri, quella di via Melloni e lungo la pista ciclabile di Arino, la ditta che ha vinto l'appalto per la raccolta e lo smaltimento dell'eternit avrebbe sì messo in sicurezza l'amianto, ma senza rimuovere gli enormi sacchi bianchi.

A segnalarlo sarebbero stati alcuni cittadini riuniti intorno all'associazione MirAttiva. Secondo i residenti infatti, numerosi sacchi sarebbero stati lasciati a terra da più di dieci giorni, prendendo come punto di raccolta un terreno privato. La pericolosità dell'amianto è ben nota ed è proprio questa la più grande preoccupazione di chi in quelle zone ci vive. Le emergenze sarebbero ancora molte, ed è per questo che l'associazione MirAttiva si sta prodigando per richiedere alla società addetta allo smaltimento un'accelerazione del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, crollo a Ca' Pesaro

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento