Tragedia a Fusina, una donna perde la vita annegata

Inutili i tentativi di rianimazione dei sanitari del 118. Una 62enne è stata trovata mercoledì pomeriggio all'altezza di un piccolo pontile

Quando l'hanno tirata fuori dall'acqua era scalza e senza giacca. Gli indumenti si trovavano poco distante, in corrispondenza di un pontiletto a due passi dal terminal passeggeri. Tragedia nel primo pomeriggio a Fusina, dove una donna è stata ripescata in condizioni critiche. Inutili i disperati tentativi dei sanitari del 118 di salvare la vita alla signora, che avrebbe 62 anni. Nonostante il prolungato massaggio cardiaco e la respirazione artificiale, al medico intervenuto sul posto non è rimasto altro che constatare il decesso della donna, vista da alcuni testimoni poco prima nelle vicinanze. Da sola. C'era un piccolo barlume di speranza quando è arrivata la squadra sanitaria sul posto, ma il quadro era disperato. Quella stessa speranza si è spenta quaranta minuti dopo, quando è stato chiaro che si era di fronte a una tragedia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto per ricostruire la vicenda gli agenti della polizia: un aiuto all'identificazione della vittima è stato fornito dalla tessera dell'abbonamento Actv che la donna aveva in tasca, da cui si evincerebbe che sarebbe residente in zona. Fatto sta che per ora gli inquirenti non possono escludere alcuna ipotesi: la 62enne non mostrava sul corpo alcun segno di violenza, quindi si tende a escludere che la sua caduta in acqua possa essere stata causata da un'altra persona. Le forze dell'ordine stanno cercando di stabilire se possa essersi trattato di un gesto estremo o, al contrario, fatale possa essersi dimostrato un malore che abbia all'improvviso fatto perdere l'equilibrio alla donna. Poi finita in acqua. Ancora le indagini si sviluppano a 360 gradi: la salma è ora a disposizione del magistrato, che dovrà decidere se disporre un'autopsia o meno per capire cosa sia successo nel primo pomeriggio di giovedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento