sabato, 26 luglio 13℃

Odissea sanitaria: 72enne veneziana muore per il morbo della mucca pazza

Dopo due mesi di esami la donna, della Bassa, ha perso la vita il 16 giugno nell'ospedale di Chioggia. All'inizio i medici pensavano a demenza senile o Alzheimer, poi la terribile diagnosi

La redazione 21 giugno 2012

Un'odissea sanitaria durata un paio di mesi per capire quale fosse la causa dei suoi disturbi. Poi, purtroppo, la diagnosi è arrivata, e non lasciava scampo: una 72enne residente nella bassa Veneziana, vedove con due figli, è deceduta il 16 giugno scorso nell'ospedale di Chioggia per "Encefalopatia spongiforme bovina", malattia più comunemente conosciuta come "morbo della mucca pazza". Per diagnosticare la malattia, però, la donna si è dovuta sottoporre a una lunga trafila di esami, finché non è arrivato il duro responso.

I primi problemi subito dopo Pasqua, con amnesie temporanee, difficoltà di coordinamento e dell'utilizzo di braccia e gambe. Dopo i primi accertamenti, però, era stata rimandata a casa. I medici, infatti, erano convinti di trovarsi di fronte a un incipiente caso di demenza senile o di morbo di Alzheimer. Prima i figli l'avevano accompagnata al pronto soccorso di Chioggia, poi a quello di Porto Viro, nel Rodigino, per poi tentare con l'istituto sanitario di Padova.

Nonostante la prima diagnosi, però, le condizioni della 72enne continuavano a peggiorare, fino ad arrivare al ricovero del 14 maggio scorso. A Padova. Dove inizia un'ennesima trafila di esami per capire quale fosse il problema che aveva minato la salute della donna. La "svolta" quando alla paziente è stato prelevato un campione di liquido spinale affinché venisse analizzato a Verona. I risultati non hanno lasciato dubbi: morbo della mucca pazza. Non c'era più nulla da fare. La donna quindi è stata stabilizzata e trasferita di nuovo all'ospedale di Chioggia, dove è spirata il 16 giugno scorso. Ulteriori analisi post mortem sono state condotte per stabilire con esattezza l'origine della malattia che ha colpito la donna.

Gli esperti, in ogni caso, sottolineano che non ci sarebbe nulla di cui allarmarsi. Il morbo della mucca pazza, infatti, avrebbe un'origine prevalentemente genetica (se ne registrerebbe un caso su un milione di persone). Potrebbe anche avere origine da un'infezione virale, ricollegata negli anni Novanta all'assunzione di carne bovina.

Annuncio promozionale

Chioggia
Chioggia
morti
mucca pazza

Commenti