Si tuffa nuda in laguna poi non riesce più a tornare a riva: la salvano i pompieri

Una turista 35enne, descritta come piuttosto alticcia, non è più riuscita a tornare a riva

Ha deciso di tuffarsi completamente nuda, dopodiché non è più riuscita a tornare a riva. Per lei si sono dovuti muovere sanitari del 118, vigili del fuoco e pure un agente della polizia di Stato che si trovava nelle vicinanze. E' quanto accaduto giovedì pomeriggio verso le 15 nei dintorni dell'isola di San Clemente, quando una donna, descritta come un po' brilla, ha deciso che quello sarebbe stato il momento giusto per togliersi i vestiti e lasciarsi andare a una bella nuotata in laguna. Noncurante dei pericoli e delle condizioni in cui si trovava.

Salvataggio e trasbordo

Non è dato sapere se il fidanzato che era con lei abbia cercato di dissuaderla, fatto sta che da solo non sarebbe mai riuscito a riportare in salvo la compagna, di 35 anni e di nazionalità pare statunitense. A quel punto una squadra di operatori del 115 si è avvicinata all'"obiettivo" e ha caricato a bordo la giovane donna, la quale si trovava in grossa difficoltà per la permanenza in acqua. Dopodiché la "naufraga" è stata trasbordata sull'idroambulanza del 118 per essere trasportata, se le sue condizioni l'avessero reso necessario, al pronto soccorso per un accertamento medico.

Potrebbe interessarti

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Memoria olfattiva: cos'è e come viene sfruttata dal marketing

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Festival Show fa tappa a Mestre con Lo Stato Sociale, Dolcenera, Fausto Leali e tanti altri

  • Schianto tra un'auto e una moto lungo la Romea: un ferito grave e traffico nel caos

Torna su
VeneziaToday è in caricamento