Ancora casi di overdose da eroina: due giovani salvati dai sanitari del 118

Gli episodi sono stati registrati tra la notte e il pomeriggio di giovedì. Il primo a Cortellazzo (Jesolo) e il secondo a Sottomarina

L'intervento del Suem 118 è stato provvidenziale in entrambi i casi. Come riporta il Gazzettino, nei giorni scorsi sarebbero stati registrati due casi di overdose da eroina, uno a Jesolo e l'altro a Sottomarina. Due indicazioni che rafforzano ancor di più le convinzioni post-retata di inizio giugno nel quartiere Piave di Mestre: gli spacciatori e i loro "giri", infatti, si stanno spostando capillarmente nel territorio provinciale. E in un periodo in cui le spiagge sono prese d'assalto, le località del litorale sono quelle più appetite da chi spaccia.

Gli episodi

Il primo caso risale alla notte tra mercoledì e giovedì, quando la polizia di Jesolo è allertata da un'ambulanza giunta in piazza Granatieri a Cortellazzo per una preseunta overdose. Era stato un amico del ragazzo a lanciare l'allarme al 118, spiegando che il giovane si era sentito male dopo essersi iniettato una dose di eroina. Sono le 12 di giovedì pomeriggio, invece, quando i sanitari contattano il 113 a Sottomarina, per un altro caso di overdose da eroina: i paramedici sono intervenuti in un appartamento, dove hanno rianimato un 27enne che aveva comprato la droga la mattina a Marghera. Trasportato in ospedale a Chioggia, è stato poi trattenuto in osservazione.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento