Spaccio di eroina tra Mogliano e Chioggia, bloccato pusher 42enne

In casa la polizia gli ha trovato 400 grammi di droga. È una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, in passato aveva abitato a Chioggia ed era già stato arrestato varie volte

Chioggia

Si muoveva tra Mogliano Veneto e Chioggia dedicandosi allo spaccio di droga. Sono stati i vicini di casa, un appartamento di una palazzina popolare a Mogliano, a segnalare il viavai notturno alle forze dell'ordine. Gli agenti della squadra mobile trevigiana hanno avviato le indagini e, una volta studiati gli spostamenti del sospetto pusher, hanno chiesto la collaborazione dei poliziotti del commissariato di Chioggia; i pedinamenti nella città clodiense hanno confermato i sospetti: l'uomo, 42enne di origini tunisine, pregiudicato, era dedito all'attività di vendita di eroina.

Spaccio a Chioggia, pusher preso

A quel punto, nella giornata del 24 agosto, è stato eseguito il blitz nell'appartamento di Mogliano: all'interno gli agenti hanno trovato diversi involucri di droga già confezionata, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. In totale, circa 400 grammi di eroina. Il pusher è riuscito inizialmente a rendersi irreperibile, probabilmente perché aveva capito di essere osservato e quindi si era allontanato da casa. La sua latitanza però è durata poco: è stato rintracciato successivamente dal personale della questura di Treviso. Il 42enne, che in passato aveva abitato a Chioggia, era già stato arrestato e condannato diverse volte per reati di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia su TrevisoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento