"Mascherati da panda contro l'estinzione", flashmob dei veneziani alla Salute

Il panda è stato a lungo a rischio estinzione, ora non più. Ecco perché la scelta della curiosa maschera, una sorta di augurio, nella speranza che i veneziani non si estinguano

L'appuntamento sulla gradinata della Salute attorno alle 16, l'inizio effettivo è stato alle 16.30, maschere da panda al volto. Si tratta del flashmob organizzato venerdì da un gruppo di veneziani, sotto il nome Veneziamiofuturo, che ha scelto proprio il grosso mammifero come simbolo della propria battaglia: i panda sono stati infatti a lungo in via d'estinzione, "così come i veneziani".

L'iniziativa, non a caso, è stata organizzata alla vigilia "del Carnevale che non è più nostro". "Rivendichiamo il diritto di vivere a Venezia - spiegano gli organizzatori - la nostra resistenza alla speculazione che vorrebbe cacciarci da questa città per far posto alla monocultura turistica che tutto vuole inghiottire, la nostra capacità di fornire soluzioni ai problemi sollevati".

"Oggi siamo rimasti in 54.600 - spiegano - Un nuovo slancio è necessario, con la stessa energia che nel 1630 permise alla città di rinascere dopo l'epidemia. Facciamo appello alla solidarietà del mondo intero, perché Venezia, con i suoi abitanti e la sua cultura unica, è patrimonio dell'umanità e non la proprietà privata di qualche lobby".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Onestamente non si capisce cosa vogliano. Vogliono un aiuto dall'alto? Una mano magica? Perché ognuno di loro non si prende un pezzettino di città e comincia a lavorarci? La monocultura turistica é una bufala. I turisti consumano tutti I servizi e beni che consumano gli altri esseri umani. a Venezia abbiamo bisogno di gente che sa lavorare, che sa investire, che crei imprese e posti di lavoro qualificati. Il mercato c'é. Mancano I cervelli. Basta con la logica piove governo ladro. Non si può fare una legge contro la nullafacenza cronica di buona parte dei veneziani. Con le chiacchiere non si va da nessuna parte. Ciò non toglie che si debba necessariamente selezionare (mi piace di più del semplice ridurre) I turisti in arrivo.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ragazza investita sulla Triestina: grave, è stata elitrasportata all'Angelo

  • Cronaca

    Il figlio spaccia, il padre ha un "museo" di armi da guerra in casa: denunciati

  • Attualità

    Celebrazioni per il giorno della Memoria: ricordati al Ghetto i deportati veneziani

  • Attualità

    Commissione in Comune sul nuovo ponte Molin. E Musolino difende il progetto

I più letti della settimana

  • Tragedia a Spinea: si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

  • Scossa di terremoto poco dopo la mezzanotte avvertita nel Veneziano

  • Umiliazioni e botte alla moglie e ai figli per 28 anni: padre padrone arrestato

  • Incidente a Ca' Bianca tra tre automobili: morto un uomo, 3 feriti gravi

  • Sciopero nazionale, i dipendenti Actv incrociano le braccia

  • Nonnismo, la denuncia dell'allieva Giulia contro la scuola di volo di Latina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento