"Mascherati da panda contro l'estinzione", flashmob dei veneziani alla Salute

Il panda è stato a lungo a rischio estinzione, ora non più. Ecco perché la scelta della curiosa maschera, una sorta di augurio, nella speranza che i veneziani non si estinguano

L'appuntamento sulla gradinata della Salute attorno alle 16, l'inizio effettivo è stato alle 16.30, maschere da panda al volto. Si tratta del flashmob organizzato venerdì da un gruppo di veneziani, sotto il nome Veneziamiofuturo, che ha scelto proprio il grosso mammifero come simbolo della propria battaglia: i panda sono stati infatti a lungo in via d'estinzione, "così come i veneziani".

L'iniziativa, non a caso, è stata organizzata alla vigilia "del Carnevale che non è più nostro". "Rivendichiamo il diritto di vivere a Venezia - spiegano gli organizzatori - la nostra resistenza alla speculazione che vorrebbe cacciarci da questa città per far posto alla monocultura turistica che tutto vuole inghiottire, la nostra capacità di fornire soluzioni ai problemi sollevati".

"Oggi siamo rimasti in 54.600 - spiegano - Un nuovo slancio è necessario, con la stessa energia che nel 1630 permise alla città di rinascere dopo l'epidemia. Facciamo appello alla solidarietà del mondo intero, perché Venezia, con i suoi abitanti e la sua cultura unica, è patrimonio dell'umanità e non la proprietà privata di qualche lobby".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Torna su
VeneziaToday è in caricamento