Picchiato dopo un incidente stradale in Romania, finisce in coma in ospedale

Flaviano Pampagnin, imprenditore 63enne di Fossò, sarebbe stato attaccato per strada a Timisoara per futili motivi. Avrebbe riportato gravi lesioni al cervello. Aggressore arrestato

Sarebbe in lotta tra la vita e la morte, ormai dichiarato in stato di coma irreversibile. È il terribile destino toccato a Flaviano Pampagnin, 63 anni, imprenditore calzaturiero di Fossò proprietario di una fabbrica in Romania. L'uomo - come riporta Il Gazzettino - è finito in ospedale in seguito ad un'aggressione avvenuta nei giorni scorsi per strada a Timisoara, città del Paese dell'Est in cui ha sede la sua attività. Successivamente la polizia romena ha arrestato il responsabile del pestaggio, un 27enne del posto.

All'origine del contrasto ci sarebbe un banale incidente stradale. L'auto di Pampagnin sarebbe andata a toccare quella del 27enne, rompendone lo specchietto. I due conducenti sono scesi dalle macchine, l'imprenditore avrebbe ammesso la colpa e invitato il giovane ad un appuntamento in un momento successivo per sistemare la questione. Poi sono risaliti ognuno a bordo del proprio veicolo. Solo che la cosa non è finita lì: il romeno avrebbe inseguito Pampagnin, tagliandogli la strada per bloccarne la corsa. Poi è sceso, ha aperto la portiera dell'imprenditore e l'ha colpito con pugni violenti.

Pampagnin sarebbe riuscito a richiudere la porta e ripartire, sottraendosi all'aggressione. Ma pochi secondi dopo sarebbe sopraggiunto un infarto: ha perso i sensi, l'auto senza più controllo ha causato un altro incidente. Sono stati allertati i soccorsi, subito intervenuti per portare il malcapitato in ospedale. Era alle prese con diverse fratture, ma soprattutto con le conseguenze dell'assenza di ossigenazione al cervello per diversi minuti. Grande sconforto in Riviera quando la notizia si è diffusa, soprattutto tra la famiglia di Pampagnin: i due figli e la ex moglie, che sono andati in Romania per assisterlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, crollo a Ca' Pesaro

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento