Martiri delle Foibe, a Jesolo inaugurato il monumento: «Insegnare il rispetto per chi non c’è più»

Il sindaco Zoggia: «Un’opera che racchiude in sé il dolore di quei fatti che hanno scritto un capitolo tragico della storia del nostro paese e del nostro popolo. È compito nostro, di noi uomini e donne delle istituzioni, insegnare il rispetto per chi non c’è più»

Si è svolta nella mattina di domenica 10 febbraio, a Jesolo, la cerimonia di svelamento della scultura dedicata ai Martiri delle Foibe.

L'inaugurazione

Un’opera che, nella sua semplicità, vuole testimoniare il ricordo delle decine di migliaia di connazionali italiani che hanno perso la vita nella tragedia delle foibe e, allo stesso tempo, mantenere accesa la memoria sugli altri centinaia di migliaia coinvolti nell’esilio giuliano-dalmata.

Sindaco

Il sindaco Zoggia: «Un’opera che racchiude in sé il dolore di quei fatti che hanno scritto un capitolo tragico della storia del nostro paese e del nostro popolo. È compito nostro, di noi uomini e donne delle istituzioni, insegnare il rispetto per chi non c’è più»

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento