Intrappolato in un vicolo cieco, pestato e rapinato di chili d'oro

Un rappresentante di 49 anni è stato derubato giovedì nel tardo pomeriggio a Fossalta. I malviventi l'hanno seguito e minacciato forse con una pistola

Messo nei guai da un errore del navigatore. L'aveva attivato perché il casello autostradale era chiuso e stava cercando un itinerario alternativo per tornare da Noventa di Piave. E all'altezza di Fossalta, per il 49enne bellunese rappresentante di gioeielli e preziosi, è scattato l'agguato.

È successo nel tardo pomeriggio di giovedì. Come riporta il Gazzettino, vicino alla stazione di Fossalta l'uomo, a bordo della sua Citroen, invece di svoltare a sinistra per il sottopasso ha imboccato la strada del vecchio passaggio a livello, trovandosi in un vicolo cieco. A quel punto dietro di lui è spuntata una Bmw, dalla quale sono scesi in quattro o cinque. Hanno aggredito l'orafo, l'hanno preso a sberle e si sono fatti consegnare il suo campionario, 6 chili di gioielli in oro e pietre preziose.

L'uomo, in stato di choc, ha dato l'allarme al 112. Ha raccontato che gli aggressori erano probabilmente stranieri, uno forse italiano e forse con una pistola in mano. I malviventi probabilmente lo seguivano da un pezzo e nel vicolo hanno avuto gioco facile a mettere il atto il loro piano. Ora è scattata la caccia alla banda, che si ritrova con una gran quantità di oro da smerciare nel mercato nero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Giovedì il funerale di Sara Michieli, morta in un tragico incidente stradale

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento