Le lacrime di Venezia per Cristian: «Il vostro affetto è la cosa più bella»

Venerdì a San Moisè i funerali del ragazzo trovato morto in canale il 28 novembre. Tanti giovani presenti a ricordare il 26enne, che in città era conosciuto e amato

Cristian Spinu è morto giovane, «quando tutto sembra possibile e realizzabile», come ha ricordato don Roberto Donadoni dall'altare della chiesa di San Moisè. Qualche gradino più in basso è stato posato il feretro, di colore bianco e adornato da una corona di fiori. «La sua vita era fatta di speranza e di sogni, ne aveva tanti. L'ho accolto il 26 giugno del 2016 ed era pieno di progetti e voglia di vivere. È per lui che noi dobbiamo proseguire le nostre esistenze, senza lasciarci vincere dallo smarrimento e dallo sconcerto. Seguendo l'esempio di Cristian, ragazzo generoso, buono, sorridente».

Tragica scomparsa

Venerdì mattina la chiesa ha accolto i parenti e gli amici del ragazzo trovato senza vita il 28 novembre nel canale di Cannaregio, dopo due settimane di ricerche vane. Aveva 26 anni. Tanta commozione nel corso della cerimonia funebre, a partire da quella del parroco, una delle persone più legate a Cristian fin dal momento dell'arrivo del ragazzo a Venezia da Roma, due anni fa. Lo aveva anche aiutato a trovare un impiego. Don Roberto ha ricordato «la scomparsa, le ricerche, gli appelli e poi la notizia del tragico ritrovamento» e ha espresso il grande dolore della città, rivolgendosi alla famiglia e in particolare alla sorella, presente in chiesa.

L'affetto degli amici

Gli sguardi e le lacrime delle persone arrivate a San Moisè, tra cui tanti giovani, emozionano il parroco: «La testimonianza del vostro affetto nei suoi confronti è commovente, ed è più grande di qualsiasi altra cosa - dice, rivolto ai presenti -. Custodite dentro di voi l'amore e la stima per la vita che Cristian ci ha insegnato». I veneziani lo hanno espresso anche concretamente: nei giorni scorsi i bar di campo Santa Margherita hanno attivato una raccolta fondi proprio per contribuire alle spese che la famiglia deve sostenere per riportare il ragazzo in Romania.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inchiesta sulla camorra: indagata anche la presidente della Camera penale

  • Cronaca

    Venezia, chiuso il locale "Ai Biliardi" per disturbo della quiete pubblica

  • Mestre

    Documenti falsi: arrestato un uomo all'ufficio anagrafe

  • Cronaca

    La valigetta rubata e recuperata dalla camorra, l'ex imprenditore e il "braccio destro"

I più letti della settimana

  • Pizzo, droga, prostituzione: come la camorra ha conquistato il Veneto orientale

  • Colpo alla camorra in Veneto, arrestato anche il sindaco di Eraclea. Sequestri per 10 milioni

  • Soldi addebitati dal conto corrente: boom di segnalazioni per la nuova truffa

  • Voti dalla camorra in cambio di favori: arrestato Mirco Mestre, sindaco di Eraclea

  • Incidente all'alba: morto un 19enne. Ferito un giovane di Scorzè

  • Un male incurabile se la porta via a 34anni, si era trasferita da poco a Noale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento