Nuovi problemi giudiziari per Galan L'ex "Doge" indagato per evasione

L'ex ministro ed ex Governatore è stato iscritto nel registro degli indagati, la nuova ipotesi accusatoria è di infedele dichiarazione dei redditi

Nuovi problemi giudiziari per Giancarlo Galan, l’ex ministro ed ex Governatore del Veneto è indagato per evasione. La Procura della Repubblica di Rovigo, come riporta Il Gazzettino, l’ha iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi accusatoria di infedele dichiarazione dei redditi. Attualmente Galan si trova agli arresti domiciliari dove sta scontando la pena legata alle mazzette che avrebbe ricevuto nell’ambito della realizzazione del Mose.

La nuova ipotesi accusatoria si basa su due accertamenti fiscali compiuti dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria del comando lagunare tra ottobre 2014 e il gennaio scorso. Il primo accertamento riguarda gli anni 2005 e 2006 (il biennio è coperto dalla prescrizione), con il secondo accertamento i finanzieri hanno posato la lente d’ingrandimento sulle dichiarazioni relative agli anni 2007, 2008, 2009 e 2010.

Il Pm polesano Andrea Girlando ha dunque aperto un’indagine a carico del parlamentare di Forza Italia. Gli sono stati contestati redditi non dichiarati su cui dunque non avrebbe versato le imposte. Una nuova grana per Galan, dunque, dopo lo scandalo che ne ha minato l’immagine pubblica costringendolo prima al carcere e poi ai domiciliari nella sua villa di Cinto Euganeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Scontro a Stigliano di Santa Maria di Sala, morta una ragazza

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento