Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

È successo nella notte alla stazione di Porto Marghera. Entrambi i ragazzi, di 26 e 27 anni, sono stati trasportati all'ospedale dell'Angelo. Sul posto vigili del fuoco e Polfer

Secondo una prima ricostruzione, pare che stessero camminando lungo i binari della stazione di Porto Marghera, forse convinti che a quell'ora della sera nessun treno sarebbe transitato. E invece poco prima della mezzanotte, due giovani francesi, un ragazzo e una ragazza rispettivamente di 26 e 27 anni, sono stati investiti di striscio dalla carrozza centrale di un convoglio vuoto che stava rientrando lentamente in deposito. Il giovane, ferito gravemente, è stato trasportato all'ospedale dell'Angelo, così come la compagna.

Soccorsi sui binari

I vigili del fuoco hanno effettuato una necessaria verifica sotto il treno per escludere il coinvolgimento di altre persone. I sanitari del Suem hanno invece avuto il compito di stabilizzare il ferito grave e trasportarlo d'urgenza all'Angelo. Il ragazzo, M.O., è di Parigi e pare che si trovi a Venezia per motivi di studio. Ora è nel reparto di Rianimazione e la prognosi è riservata. La ragazza invece sarebbe uscita illesa dall'incidente, è stata comunque portata in ospedale per accertamenti e poi è tornata a casa. Sul punto dell'investimento sono arrivate anche le pattuglie della polizia ferroviaria. Le operazioni di soccorso sono terminate attorno all'1.30 di questa notte.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Recuperato senza vita l'anziano di San Donà

Torna su
VeneziaToday è in caricamento