Se la prima "traghettatrice" finisce nel mirino per gli insulti a un prof

La donna sarà giudicata il 29 luglio dall'Ente gondola così come il sostituto che la sera del Redentore avrebbe picchiato una coppia

Non c'è pace per i gondolieri a Venezia e stavolta a essere chiamati davanti alla commissione disciplina dell'Istituzione gondola, convocata in via straordinaria il 29 luglio prossimo, sono la prima donna che svolge il servizio di traghetto e un sostituto che la notte del Redentore sarebbe andato in escandescenze aggredendo due turisti veneti che avevano fatto poi ricorso alle cure mediche al pronto soccorso.

La gondoliera, secondo quando riferito in una lettera da un docente universitario rivolta all'assessore Ugo Bergamo e portata all'attenzione dell'istituzione comunale, avrebbe preso di mira il professore con epiteti quando questi passa col traghetto a San Tomà. In sostanza, il docente si sentirebbe deriso dalle parole rivoltegli durante il tragitto da una sponda all'altra del Canal Grande e a riprova delle sue tesi avrebbe anche delle registrazioni.

GONDOLIERE PICCHIA UNA COPPIA AL REDENTORE

L'altro episodio, invece, come riferisce Nicola Falconi, presidente dell'Istituzione più conosciuta come "ente gondola", fa riferimento a quanto sarebbe avvenuto la notte tra sabato e domenica. Un sostituto gondoliere, non si sa se con una gondola propria o data dal titolare della licenza, era uscito in bacino con alcuni turisti per assistere ai fuochi ma indispettito dalle troppe barche avrebbe fatto presto ritorno a riva. Qui, avrebbe comunque richiesto - come riferisce 'La Nuova Venezia' - i 300 euro pattuiti per il servizio. Davanti alle proteste di una coppia che era appena scesa li avrebbe aggrediti.

IN ARRIVO L'ALCOLTEST PER I GONDOLIERI

Sulla vicenda pesa anche una denuncia alla polizia. Due episodi, ancora tutti da chiarire, che gettano altre ombre su una categoria al centro appena alcune settimane fa di un video che aveva fatto il giro del mondo, sul bagno in laguna di un 'ganzer', la persona che aiuta i turisti a salire e scendere dalla gondola.

TURISTA INGLESE RISCHIA LA PARALISI AL REDENTORE

"Il 29 - spiega Falconi - ascolteremo le parti sui due episodi che richiedono di essere immediatamente chiariti. Poi affronteremo un terzo caso che riguarda una protesta per una discrepanza presunta tra tariffa richiesta e tempo effettivo dei servizio. Come ente gondola non possiamo fare sconti a nessuno. Abbiamo la necessità su un piano generale di distinguere i gondolieri corretti da quelli che si comportano in modo non corretto. La convocazione urgente della commissione disciplina - conclude - è il segno della nostra volontà di fare chiarezza proprio a difesa della maggioranza di una categoria che è corretta". (Ansa)

IN CENTOMILA PER I FOGHI SULLE RIVE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

  • Giovane ferito con una coltellata alla fermata del bus

Torna su
VeneziaToday è in caricamento