"Disabili? Servono gradini agevolati sul Calatrava, per me l'ovovia è da togliere"

Il sindaco Luigi Brugnaro annuncia un progetto per rendere Venezia più accessibile: "Sono state tolte due passerelle, chiederò se si potranno rimettere. Ovovia? C'è la Corte dei Conti"

Venezia città accessibile? Non si contano le vicende di cui loro malgrado sono stati protagonisti disabili o visitatori alle prese con difficoltà motorie. Il tema è tornato d'attualità anche dopo che nei giorni scorsi sono state rimosse alcune passerelle da un ponte di riva degli Schiavoni, nel tratto finale della VeniceMarathon. Mamme in trincea, visto che si trattava di un servizio importante per agevolare il percorso tra casa  e scuola dei figli: "Sentirò la soprintendenza - dichiara il sindaco Luigi Brugnaro - Sono 11 le passerelle posizionate sui ponti, vorrei tenerle tutte. Per ora ne sono state rimosse due e mezzo. Voglio rendere Venezia una città ancora più accessibile".

Ca' Farsetti, stando a quanto dichiarato dal primo cittadino, ha in cantiere la predisposizione di un itinerario ad hoc per chi è disabile che parta da piazzale Roma per arrivare fino ai Giardini della Biennale, passando per le Zattere e San Marco. Già in città ci sono percorsi esenti da barriere architettoniche, ma il sindaco intende pigiare il piede sull'acceleratore. Per farlo, però, il problema principale è uno solo: il ponte di Calatrava. Come superarlo per chi è in carrozzina: "Secondo me l'ovovia va smantellata - attacca Brugnaro - è fonte di sprechi e ci mette troppo a raggiungere l'altra riva del Canal Grande. Si fa prima a prendere il battello. Voglio chiarire le cose con la Corte dei Conti prima di decidere il da farsi, perché il danno erariale è sempre dietro l'angolo".

Impossibile per ora capire che tipo di conseguenze ci possano essere a livello legale nel momento in cui si decida di togliere di mezzo l'ovovia: si tratta di una struttura costata milioni di euro ai contribuenti, spendere soldi per cancellarla potrebbe essere fonte di ulteriore spreco per la Conte dei Conti. Allo stesso modo potrebbe essere considerato danno erariale un ulteriore esborso di risorse per metterla di nuovo in funzione: "Dove ti muovi sbagli - sottolinea il sindaco - per questo voglio prima sentire la Corte dei Conti. Dopodiché capiremo come muoverci". Ma come superare il ponte, poi? "Chiederò di poter posizionare dei gradini agevolati, un po' come quelli che ci sono sul ponte delle Guglie - conclude il primo cittadino - così sarà più semplice oltrepassarlo per chi ha anche trolley o bagagli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento