Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grandi navi: «Parlarne non basta più, presenterò una lista di cose che mancano a Venezia»

«A cominciare dalle fognature di Pellestrina - dice il primo cittadino a Ca' Farsetti martedì - che ancora devono essere collegate al depuratore, e questo fa parte dei lavori del Mose. Facciano almeno quelle se non possono andare avanti con i cassoni».

 

Grandi navi: oggi, martedì 23 luglio, al ministero delle Infrastrutture a Roma, le autorità competenti veneziane hanno incontrato il ministro Danilo Toninelli per individuare una soluzione, almeno transitoria, al passaggio delle grandi navi davanti alla Giudecca e a San Marco, molto probabilmente focalizzata sulle opzioni Marghera e Fusina.

La lista

Nei prossimi giorni il sindaco Luigi Brugnaro e il presidente del Veneto Luca Zaia saranno in commissione Trasporti alla Camera per riferire sulla questione. «Cosa dirò? - Dice Brugnaro -. Dirò che questo modo di lavorare non mi piace. Poi, a fine mese, manderò al governo una lista di cose che a Venezia non sono state fatte. Sono anni che lo diciamo. Parlare di navi non basta più. Mancano 70 milioni di euro al rapporto, per completare i marginamenti a Marghera, più i 158 milioni, stanziati dall'ex premier Matteo Renzi, per il disinquinamento delle stesse aree. Fognature, sistema antincendio, ecc., manderò un lungo elenco di cose che ora ho soltanto accennato. Lo manderò per fine mese via di sicuro via pec, in modo che qualcuno non dica poi che non sapeva. Mi sono stancato - conclude il primo cittadino - che ci sia sempre chi dice di essere sorpreso che a Venezia ancora ci siano cose da fare».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento