Grandi navi, l'alternativa al nuovo canale? "Sfruttiamo la bocca di porto"

L'ex parlamentare e vicesindaco di Venezia Cesare De Piccoli ha presentato il suo progetto di una stazione Marittima al Lido, sfruttando le strutture del Mose. Tempo di realizzazione tre anni

Prima aveva presentato una proposta alternativa al Mose, dieci anni fa, poi, visto che la diga mobile si farà, ora si è "tuffato" nella querelle sul passaggio delle Grandi Navi nel Bacino di San Marco. Lunedì l'ex parlamentare ed ex sindaco di Venezia Cesare De Piccoli ha presentato la sua soluzione, che non punta sul canale Contorta - Sant'Angelo. Anzi, come già si era ventilato nei mesi passati, punta proprio su quelle strutture rimovibili che ora si trovano alla bocca di porto del Lido per la costruzione del Mose.

La proposta girava già, ora però la si è messa per iscritto tramite uno studio di prefattibilità e la si è inviata all’Autorità marittima, al Porto, al magistrato alle Acque, e per conoscenza, anche al sindaco di Venezia Giorgio Orsoni. La stazione Marittima, come riporta il Corriere del Veneto, quindi in tre anni potrebbe sorgere alla bocca di porto del Lido, potenziando poi i collegamenti con l'aeroporto e il centro storico.

Adesso tocca alle tre autorità competenti che hanno ricevuto le carte decidere se inserirle nell'iter della valutazione ambientale strategica (Vas), considerando la proposta quindi un'alternativa "ufficiale" al canale Contorta - Sant'Angelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento