homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Guerra fredda tra mestrino ed Enel: "Via la corrente una volta all'anno"

Stefano Ninino, agente immobiliare, tramite il Movimento Consumatori denuncia che da una controversia del 2009 l'azienda elettrica avrebbe comportamenti "sospetti": "Faccio causa"

Una "guerra fredda" che si trascina dal 2009. "Protagonisti" l'Enel e Stefano Ninino, titolare dell’agenzia immobiliare la Casanova di via Cavallotti a Mestre. Tra tentativi di conciliazione, forniture ridotte o tagliate, ora, con ogni probabilità, si finirà in tribunale. “Sono ostaggio dell’Enel, adesso voglio intentare una causa”, spiega l’agente immobiliare tramite una nota del Movimento Consumatori. Il problema, nato con un cambio di contatore nel 2009 e con un conguaglio di mille euro che Stefano Ninino non riconosce all’azienda, si trascina da tra anni. Dal 2010, infatti, l’Enel una volta all’anno stacca la luce dell’agenzia immobiliare, per poi addebitare il riallacciamento (circa 70 euro) sulla bolletta.

“Nel 2010 l’Enel mi ha ridotto dell’85% la fornitura – continua l’agente immobiliare – compromettendo per un paio di giorni il lavoro. Dopo il mio intervento, l’Enel s’è scusata e ha riacceso la luce, salvo addebitarmi l’operazione in bolletta”. Nel 2011, stesso identico discorso: distacco della luce, le scuse dell’Enel, l’addebito in bolletta. Quest’anno, invece, l’azienda, secondo quanto riferisce il Movimento Consumatori, avrebbe agito di soppiatto. “Mi hanno staccato e riattaccato subito la luce – spiega Ninino – Me ne sono accorto perché in bolletta mi sono ritrovato il solito addebito di 70 euro”.

Il problema, ne è convinto Stefano Ninino, con ogni probabilità resta quel conguaglio ancora irrisolto, anche perché in conciliazione l’Enel non s’è presentata. “Se mi considerassero moroso mi terrebbero staccata la luce fino al pagamento di quanto teoricamente dovuto. Invece proseguono con questi dispettucci. Adesso basta”. Tramite il Movimento Consumatori, ora l’agente cercherà il modo per farsi restituire i soldi dell’allacciamento, oltre 200 euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Venezia, gli ambulanti non ce la fanno più: corteo contro abusivi e degrado in città

    • Cronaca

      È un fine settimana di degrado a Venezia: in bici tra le calli, sporcizia e rifiuti in giro

    • Cronaca

      Arrestato per spaccio, ci ricasca: beccato con 27 dosi di cocaina, finisce in manette

    • Cronaca

      Scandalo Mose, Chisso torna in libertà

    I più letti della settimana

    • Grosso incendio a Porto Marghera, va a fuoco una gru: fiamme alte 15 metri

    • Tragico incidente sulla Treviso-mare, frontale con un camper: muore sandonatese

    • Si sente male in azienda: muore tra le braccia della moglie

    • Parte uno sparo sulla nave da crociera attraccata a Venezia: "Caos a bordo"

    • Spiagge del Lido più vicine: torna la linea diretta degli autobus Actv da Marghera

    • Orgia in auto con due prostitute: "sul più bello" arriva la polizia municipale

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento