Dieci chili di hashish nella valigia: cittadino ungherese arrestato alla stazione di Mestre

Era 'pesante' il bagaglio del 51enne fermato mercoledì dalla polizia ferroviaria. Ad un controllo del contenuto del borsone gli agenti trovano 100 panetti di sostanze stupefacenti

Dieci chili di hashish: sono il contenuto dei bagagli di un cittadino ungherese 51enne arrestato dalla polizia ferroviaria mercoledì pomeriggio alla stazione di Mestre, durante le consuete attività di controllo delle forze dell'ordine, in zona. Gli agenti, con i militari del reggimento lagunari Serenissima, hanno fermato l'uomo per alcuni accertamenti, ma ai primi segni di nervosismo da lui mostrati gli hanno intimato di aprire le valigie per controllare cosa trasportasse all'interno.

Nel borsone ispezionato era presente un pacco contenente 100 panetti della sostanza stupefacente. L’uomo è stato posto a disposizione della procura della Repubblica di Venezia e al termine dell’udienza, giovedì, per lui è scattato l’arresto.
Nel corso del 2016 le attività di indagine della polizia ferroviaria, nel Veneziano, hanno portato al sequestro di 44 chili di sostanze stupefacenti di vario tipo, 600 dosi di droghe sintetiche e all’arresto di 134 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Trovato morto in ostello, disposta l'autopsia

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento