I bambini occupano piazze e strade per "urlare" l'amore per la lettura

Mercoledì la Giornata mondiale del Libro. Iniziative in tutta la provincia. A Mestre cortei e scenette, a Portogruaro novecento giovani in centro

In tutto il Veneziano bambini e ragazzi si sono "impossessati" dei libri per leggerli in strada. Per mostrarli, vederli, toccarli. Appropriarsene. Mercoledì infatti ricorre la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d'autore, patrocinata dall'Unesco. Da Portogruaro a Venezia e Mestre, dunque, centinaia di piccoli studenti hanno occupato pacificamente strade, piazze e giardini per leggere ad alta voce fiabe, filastrocche, poesie e racconti.

Alle 10.30 gli alunni della scuola primaria Ticozzi-Vecellio di Mestre hanno camminato lungo viale Garibaldi leggendo ad alta voce fino a raggiungere la biblioteca di Villa Erizzo. Il presidio letterario è proseguito poi alle Corti femminili e al Parco di San Giuliano con i ragazzi dell'istituto Radice, mente Viale San Marco ha accolto gli studenti delle scuole Leopardi e Otto Marzo-Manunzio. Oltre ai libri sono stati organizzati spettacolini e momenti di incontro e dibattito. Tutto all'insegna dell'amore per la lettura.

Circa 900 invece sono stati gli studenti delle scuole del comune di Portogruaro, dai 3 ai 18 anni, che hanno partecipato all'iniziativa. Tutti insieme hanno letto per tre minuti passi del proprio libro "del cuore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento