Identificato un corpo trovato nel Piave: è Mattia Bon, scomparso l'estate scorsa a Sappada

L'uomo, di Spinea, era uscito l'11 settembre 2019 per un'escursione e non era più tornato. La salma è stata individuata a Noventa il 30 novembre. Ci è voluto del tempo prima di capire chi fosse

È di Mattia Bon, 45enne di Spinea, il corpo trovato il 30 novembre scorso nella golena sul Piave, nel territorio di Noventa. Lo aveva avvistato un cacciatore di passaggio, dopodiché erano intervenuti i carabinieri. La salma non era più riconoscibile e ci è voluto un mese e mezzo per identificarla, operazione riuscita grazie all'analisi dei vestiti e della conformazione del corpo, all'incrocio delle denunce di scomparsa e al riscontro biologico svolto sul dna. Ora non ci sono più dubbi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Morto nel Piave

Bon era scomparso l'11 settembre 2019. Si trovava in una casa di villeggiatura a Sappada (Udine) ed era uscito per un'escusione a piedi, dirigendosi al rifugio “F.lli De Gasperi” di Prato Carnico. I familiari, non avendo più sue notizie, avevano lanciato l'allarme. Per giorni diverse squadre di soccorritori lo cercarono in lungo e in largo, e vennero trovati elementi che avevano fatto supporre che l'uomo volesse proseguire verso il passo dell’Arco e il passo Siera. In qualche modo, invece, era finito nel fiume e il suo corpo è stato probabilmente trascinato dalla corrente per molti chilometri, verso valle, attraversando le province di Belluno e Treviso, fino a Noventa di Piave. La consulenza tecnica ha stabilito che Bon è morto per annegamento. La salma, infine, è stata affidata ai familiari su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento