Ca' Foscari, inaugurazione dell'anno accademico 2016-2017: "Servono più risorse"

Il Rettore Michele Bugliesi: "Occorrono prospettive di impiego stabili per i giovani ricercatori, semplicità e un'agenda di governo che metta al centro lo sviluppo del capitale umano"

Il Rettore dell'Università di Ca'Foscari, Michele Bugliesi

L’Università Ca’ Foscari Venezia ha inaugurato giovedì 16 febbraio, al teatro Malibran l’anno accademico 2016-2017. La cerimonia si è aperta con il discorso inaugurale pronunciato dal Rettore Michele Bugliesi, seguito dai saluti istituzionali di Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio del Comune di Venezia ed Elena Donazzan, assessore all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e Pari Opportunità della Regione Veneto.

Il discorso del Rettore Michele Bugliesi ha toccato una serie di punti ripercorrendo gli obiettivi del piano strategico e ricordando gli imporatnti risultati raggiunti nell'ultimo anno. Il Rettore ha lanciato quindi un appello al governo affinchè ponga al centro della propria agenda l'investimento nell'istruzione: "L'università ha una funzione determinante come luogo capace di rispondere alle domande fondamentali e alle sfide del nostro tempo, e della ricerca di conoscenza come strumento imprescindibile per la crescita, l’innovazione e uno sviluppo sostenibile, di pace.

Servono più risorse per il diritto allo studio, servono risorse in grado di dare prospettive stabili di impiego ai giovani ricercatori, con curve stipendiali che garantiscano (ad invarianza dell’integrale, della spesa complessiva) una derivata di crescita maggiore nei primi anni di carriera. Servono procedure nuove, semplici e un ministero efficiente, che ci trasmetta i dati sul bilancio, sulle possibilità di assumere in tempi utili per organizzare una programmazione. Un ministero che ci permetta di dare esecuzione alle chiamate dirette con tempi e modalità che garantiscano competitività. In ultimo, serve un'agenda di governo che davvero metta al centro lo sviluppo del capitale umano, in particolare nei segmenti della formazione superiore e della ricerca".

Nel corso della cerimonia sono intervenuti il rappresentante del personale tecnico-amministrativo, Carlos Alberto Melero Rodriguez e il presidente dell’assemblea degli studenti, Cristina Manzone. Ospite della cerimonia Ignazio Musu, professore emerito di Economia Politica, Universita’ Ca’ Foscari Venezia. Presenti all’inaugurazione dell’anno accademico i Rettori e i delegati di numerosi atenei: Alberto Ferlenga, Rettore Università IUAV, Rosario Rizzuto, Rettore Università degli Studi di Padova, Massimo Carpinelli Rettore dell’Università degli Studi di Sassari, Maurizio Fermeglia dell’Università degli Studi di Trieste, Paolo Lugli, Rettore della Libera Università di Bolzano, Barbara Poggio, in rappresentanza del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trento, Rosa Anna Giaquinta, in rappresentanza del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Udine, Marina Pizzi, in rappresentanza del Rettore dell’Università degli Studi di Brescia, Gino Mariotto, in rappresentanza del Rettore dell’Università degli Studi di Verona.

Sul palco anche la ricercatrice Sabrina Marchetti ERC Starting Grant che ha illustrato il proprio tema di ricerca nel discorso “I diritti delle domestiche: esempio di una ricerca globale”. In tema di didattica innovativa invece, Vladi Finotto delegato del Rettore alla proprietà intellettuale, autoimprenditorialità e trasferimento tecnologico ha presentato: “Un’esperienza didattica innovativa, gli Active Learning Lab”.

Come di consueto, durante la cerimonia sono stati consegnati alcuni premi: i premi alla ricerca 2016, i premi alla didattica 2016 e i premi agli studenti. La cerimonia si è chiusa con la proclamazione dell’anno accademico sulle note del Gaudeamus Igitur.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Per il 25 aprile una marea di cerimonie: festa "ufficiale" e venetisti in piazza San Marco

    • ViviVenezia

      Bòcolo di San Marco, gesto d'amore per mogli e fidanzate: l'origine della tradizione

    • Cronaca

      Il piccolo Achille non ce l'ha fatta: si è spento a 3 anni il figlio del calciatore Stefano Favret

    • Cronaca

      Il patriarca nella Basilica: "Marco simbolo di Venezia nel mondo e tolleranza tra culture"

    I più letti della settimana

    • Dramma nel Miranese: ragazzina tenta di togliersi la vita, è grave in ospedale

    • Vicenza, tragedia durante la festa: 22enne di Marghera trovato morto in casa

    • Non ci sono feste che tengano: templi dello shopping aperti il 25 aprile e il 1 maggio

    • Abbandona un water e calcinacci a fianco del cassonetto: maxi-multa da 500 euro

    • Ricercati in tutta Italia, a spasso per Mestre come nulla fosse: coppia di coniugi in manette

    • Il piccolo Achille non ce l'ha fatta: si è spento a 3 anni il figlio del calciatore Stefano Favret

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento