Autorità portuale, inaugurato nuovo park al varco dello scalo commerciale di Venezia

Il parcheggio, in via dell'Azoto a Marghera, è stato affidato alla ditta Automarocchi, che ha deciso di investire sullo scalo. Una soluzione per migliorare l'efficienza della zona portuale

È stata inaugurata martedì mattina, in via dell’Azoto a Marghera, in prossimità del varco del porto commerciale, la nuova area adibita a parcheggio, consegnata dall’Autorità Portuale di Venezia alla società Autamarocchi che ha deciso di investire sullo scalo lagunare.

Si tratta di un parcheggio, ampio oltre 15.500 metri quadri per 45 stalli, che rappresenta un ulteriore tassello del nuovo quadro viario e infrastrutturale volto a migliorare concretamente l’efficienza di Porto Marghera. Una soluzione che rende più fluido, accessibile ed efficiente il principale varco portuale. Secondo recenti rilevazioni oggi per Venezia transitano circa 550 mila camion all’anno che servono le industrie del Nordest in un raggio di 150 chilometri.

L’area su cui oggi sorge il nuovo parcheggio nasce a seguito dei lavori di ampliamento del vicino parco ferroviario grazie ad un investimento di Autorità Portuale di 2 milioni di euro, consentendo al contempo di bonificare il terreno e di migliorare l’accessibilità, sia stradale che ferroviaria, dell’intero porto commerciale.

I servizi sono dedicati sia ai mezzi di Autamarocchi, società specializzata nella logistica dei container, sia a tutti gli altri utenti del porto, ai quali è riservata un’area di 3.000 metri quadri (15 stalli) per la sosta breve in attesa di poter accedere ai terminal. Dal punto di vista tecnico, il piazzale è costituito da un manto stradale dello spessore di circa 1 metro realizzato con tecnologie “green”. Per la sua realizzazione sono stati utilizzati materiali locali mescolati con calce e/o cemento, aumentando così la portanza della fondazione e riducendo la quantità di materiale necessario per la realizzazione del fondo stradale. Il piazzale, illuminato con torri faro a led, è stato poi delimitato da new jersey e sbarre di accesso che delimitano le diverse aree del parcheggio.

Nel piano di sviluppo del Porto di Venezia è inoltre prevista la realizzazione di un ulteriore parcheggio ad uso pubblico, per 80 stalli, che sarà realizzato entro il primo semestre 2017 in prossimità dell’altro varco di accesso al porto in Via del Commercio. "Quando un porto cresce, come Venezia cresce, - ha dichiarato Oscar Zabai, presidente di Automarocchi Spa - lo dobbiamo di sicuro a molteplici fattori ma importante è che tutta la filiera sia all’altezza delle esigenze di servizio dei clienti. Siamo tutti protagonisti del successo del porto. APV, terminal, Agenti, spedizionieri, trasportatori, doganalisti, sono indissolubili ingranaggi di questa filiera. Il loro moto fluido e armonico fa il successo dell’insieme. Venezia merita, ha capacità tradizione e questi attori che accompagnano la crescita ed il successo del porto. Per questo - ha concluso - siamo onorati di crescere come cresce il porto. Crescita di volumi ma anche di servizi. Un parcheggio sicuro, servizi per il personale viaggiante, uno sportello operativo, le colonnine per allacciare i reefer pieni, il pieno controllo dei processi sono servizi a valore aggiunto per i nostri clienti e per tutta la comunità del porto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento