Noale, entra Al Filò per rubare la cassa e tenta di incendiare il locale

I carabinieri nella notte hanno arrestato in flagrante F.R., un quasi 40enne del luogo. I militari dell'Arma hanno anche recuperato il bottino e domato il principio di rogo

Ha sfondato la porta d'ingresso con una mazza da lavoro e poi si è introdotto in piena notte all'interno dell'enoteca Al Filò, nel centro di Noale. Voleva incendiarlo, il locale. Non solo portarsi via il registratore di cassa in bella vista sul bancone. Fortunatamente per F.R., un quasi 40enne del posto, grazie all'intervento dei carabinieri, il piano non è andato a buon fine. Tutto per vendicarsi del titolare, che poche ore prima, verso la mezzanotte, si era rifiutato di servirgli qualcosa da bere perché troppo ubriaco. Per tutta risposta l'uomo ha iniziato a importunare le clienti, costringendo il proprietario a chiamare i carabinieri, che lo hanno portato in caserma.

Subito dopo, la vendetta. Svegliati dall'odore di bruciato, i residenti di via Bova hanno avvertito i carabinieri, che sono intervenuti bloccando il malintenzionato e domando il principio di incendio appiccato con una piccola tanica di benzina. E' stato recuperato anche il registratore di cassa, che al suo interno conteneva circa cento euro. Una somma molto bassa. L'uomo poi è stato portato nella caserma di via dei Tigli, dove è stato dichiarato in arresto con l'accusa di furto aggravato e incendio doloso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento