mercoledì, 23 luglio 25℃

Incendio a Marano: tenta di mettere in moto la vecchia 600, che però esplode

La disavventura in mattinata quando un 66enne, rimasto ustionato alle gambe e in gravi condizioni, ha acceso l'auto. Il rogo si è allargato a una legnaia e alla rimessa dov'era custodito il veicolo

La redazione 21 agosto 2012

Chissà quanti ricordi significava quella vecchia 600 che stazionava in garage. E chissà da quanti anni era ferma. A giudicare da come è andato a finire l'ultimo tentativo di "collaudo" da molto tempo. A Marano, frazione del comune di Mira, in via Fossadonne, un 66enne, rimasto ustionato alle gambe e trasportato in gravi condizioni al Centro grandi ustionati di Padova, nella tarda mattinata ha tantato di accendere l'auto, ma un probabile cortocircuito ne ha causato l'esplosione.

Le fiamme poi si sono allargate fino a una legnaia e alla rimessa dove veniva "custodito" il veicolo. Solo l'intervento dei vigili del fuoco ha permesso di domare il rogo, che si stava dirigendo pericolosamente verso l'abitazione dell'uomo, dove si trovavano anche alcune bombole.

I pompieri hanno lavorato due ore circa prima di avere definitivamente ragione delle fiamme, che si sono sviluppate a poca distanza dalla linea ferroviaria Venezia - Padova, non causando però alcun problema alla circolazione dei treni. Una densa colonna di fumo ben visibile dalle aree circostanti si è sviluppata non appena si è verificata l'esplosione.

Annuncio promozionale

Mira
automobili
incendi
Marano
Mira

Commenti