Principio d'incendio al motore di un treno: nessuna persona coinvolta

È accaduto verso le 15.30 alla stazione di Oriago di Mira. Il servizio automatico di sicurezza del convoglio è subito entrato in funzione

Foto: intervento a Oriago

Alle 15.30 di lunedì i vigili del fuoco sono intervenuti nella stazione ferroviaria di Oriago di Mira per un principio d’incendio a un motore di un treno regionale: nessuna persona è rimasta coinvolta o ferita.

L'intervento

L’anomalia, come riferito dal macchinista del treno, si è verificata mentre il convoglio proveniente da Mestre e diretto ad Adria stava per fermarsi in stazione. Il servizio automatico antincendio del motore entrato in funzione ha subito spento il principio d’incendio. I vigili del fuoco intervenuti con due squadre da Mira e Mestre hanno completato del tutto l'intervento con degli estintori ad anidride carbonica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I passeggeri

Le persone a bordo del treno sono state fatte scendere dai vagoni. Sul posto il personale tecnico delle ferrovie e la polizia ferroviaria. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa un’ora e mezza.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento